8.7 C
Milano
26. 02. 2021 09:21

I locali milanesi lanciano la campagna #ultimoconcerto: un disperato grido d’aiuto

Il settore degli eventi è forse il più colpito dalla crisi generata dal Covid: la campagna di sensibilizzazione dei locali milanesi

Più letti

Il de profundis dei nostri aeroporti: quale futuro per gli scali milanesi?

Il movimento aeroportuale non fa rima solo con divertimento (per le vacanze) o necessità (per lavoro). Lo stato di...

Arrivederci zona gialla: la Lombardia pronta a riabbracciare l’arancione

Oggi sarà un altro giorno di sentenze. Come consueto ogni venerdì, la cabina di monitoraggio determinerà i nuovi colori...

Bollettino regionale: oltre quattromila positivi, tasso in rialzo all’8,6%

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.243, di cui 200 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Nella giornata di ieri, oltre 90 locali milanesi, hanno lanciato la campagna #ultimoconcerto. Alle 11 in punto hanno pubblicato sui loro social un immagine in bianco e nero con indicato l’anno di apertura del locale e il 2021 accompagnta da un punto di domanda. Il quesito è facilmente intuibile: l’anno appena iniziato sarà il colpo di grazia per il settore degli eventi ormai in una crisi profondissima?

L’iniziativa. A partecipare alla campagna social tantissimi locali tra cui l’Alcatraz, il Fabrique, i Magazzini Generali, la Scighera e tanti altri.  Gli eventi sono ormai bloccati da un anno e con questa iniziativa i gestori dei locali intendono far sentire la propria voce e soprattutto chiedono di non essere dimenticati.

Si domandano se sarà effettivamente “l’ultimo concerto”. Intanto sono arrivati tanti messaggi di solidarietà dai tantissimi utenti che hanno apprezzato l’iniziativa. Tutti hanno chiesto un’unica cosa: che non sia l’ultimo concerto.

In breve

Acquisto vaccini, Burioni attacca la funzionaria italiana: «Si occupava di pesca e agricoltura»

Il virologo dell'Università Vita-Salute San Raffaele, Roberto Burioni, attacca attraverso un consueto tweet la dott.ssa Sandra Gallina, la funzionaria...