23.2 C
Milano
17. 05. 2022 00:13

Raimondo Vianello e Sandra Mondaini: come loro nessuno mai, una storia d’amore d’altri tempi 

Come loro nessuno mai, una storia d’amore d’altri tempi 

Più letti

Il ricordo di Raimondo Vianello e Sandra Mondaini è ancora forte nella mente di tutti noi, anche a 12 anni di distanza dalla morte del primo. Una storia d’amore, quella della più famosa coppia della tv italiana, che ha unito tutti, in un turbine di rispetto e ironia dato anche dalle varie interpretazioni dei due, con «Casa Vianello» su tutti.

Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, l’amore su tutto 

Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, l’emblema dell’amore trasportato sul piccolo schermo. Una delle coppie più brillanti e affiatate dello spettacolo italiano viene ricordata oggi, visto che il 16 aprile del 2010 veniva a mancare proprio Raimondo, culmine e termine di una storia durante tantissimo.

La storia d’amore tra Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, com’è cominciato il tutto 

Il primo incontro tra Raimondo Vianello e Sandra Mondaini non fu proprio di quelli memorabili, anzi. Entrambi impegnati per la commedia-parodia “Sayonara Butterfly”, non si incrociarono molto, anche perché entrambi erano già impegnati in un’altra relazione: Raimondo Vianello con una ballerina, Sandra Mondaini con un produttore. Lì, però, il lungo periodo passato assieme a lavorare fece scattare la fatidica scintilla e fu subito amore. Stante alle cronache e a quanto hanno raccontato nel corso della loro vita anche i diretti interessati, fu lui a fare il primo passo. Il quale, durante una cena, disse a Sandra: «Ma lo sai che mi sono innamorato di te?». E lei, per tutta risposta, disse: «Su certe cose non si scherza». Quel che accadde è che poco dopo lasciarono i rispettivi fidanzati e si misero insieme. 

La storia d’amore dopo il fidanzamento 

Il lavoro li costrinse spesso a rimandare le nozze, che arrivarono soltanto nel 1962, in quell’anno finalmente Raimondo Vianello e Sandra Mondaini si sposarono e iniziarono una storia d’amore divisa solo dalla morte del primo, avvenuta il 15 aprile del 2010 per problemi ai reni, cinque mesi prima di lei, che venne meno il 21 settembre dello stesso anno per insufficienza respiratoria. Non ebbero mai figli ma questo non li fermò dal diffondere il loro amore, visto che adottarono un’intera famiglia filippina. 

Sandra e Raimondo: i successi nella televisione italiana 

La loro carriera nella televisione italiana è lunga e fulgida di esempi vincenti. Iniziano a registrare insieme programmi per la Rai negli anni Settanta: tantissimi i titoli (Sai che ti dico?, Tante scuseNoi… no!Io e la BefanaStasera niente di nuovo) fino al 1982, quando entrano a far parte di Fininvest portando il varietà anche sulle reti di Silvio Berlusconi. E anche qui i titoli furono moltissimi: Attenti a quei due, Zig Zag, Sandra e Raimondo Show e, dal 1998 su Canale 5, Casa Vianello, una delle sit com che hanno scritto la storia della televisione italiana. Lo stesso format è stato poi declinato in moltissime altre forme, da Cascina Vianello a I misteri di Cascina Vianello e Crociera Vianello.

Casa Vianello, la storia della televisione italiana

Casa Vianello ha scritto la storia della televisione italiana. Pochi ingredienti ma vincenti: Raimondo burbero, schivo e attratto dalle donne, Sandra piena di iniziative che spesso sfociavano nella mania. Con loro la tata, interpretata da Giorgia Trasselli. E, soprattutto, la fine di ogni puntata, con Sandra e Raimondo a letto. Lui che legge la Gazzetta e Sandra che si lamenta con il più classico dei «Che noia, che barba, che barba che noia!».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...