16.2 C
Milano
28. 09. 2022 01:23

Selvaggia Lucarelli e i tassisti, una faida senza fine

Lo scontro tra la giornalista e la categoria dei tassisti è una saga che non conosce epilogo

Più letti

Quello tra Selvaggia Lucarelli e i tassisti sembra essere uno scontro infinito. La giornalista, che non di rado pubblica sui suoi social le testimonianze dirette o raccontate delle disavventure con i taxi nelle città italiane, ha scatenato una nuova reazione della categoria dopo l’ultimo video pubblicato sul suo profilo Instagram.

Selvaggia Lucarelli vs tassisti, la replica del Tam

Nella sua ultima disavventura, la Lucarelli ha discusso animatamente con un tassista che non le permetteva di pagare tramite Pos, a suo dire scarico. La clip, subito diventata virale, ha causato la reazione del Tam, il sindacato tassisti artigiani milanesi: «La segnalazione è stata girata direttamente ai componenti della preposta commissione del Comune di Milano, che prenderanno il giusto provvedimento disciplinare a carico di questo collega – si legge in una nota del sindacato a firma del presidente Claudio Severgnini -. Come presidente dell’associazione Tam mi scuso per l’inconveniente e le assicuro che da tempo stiamo sensibilizzando i colleghi al corretto utilizzo dei pagamenti elettronici».

https://twitter.com/MiTomorrow/status/1554438356637040640

«Non siamo tutti evasori»

La nota prosegue e non risparmia una stoccata a Selvaggia Lucarelli: «Accettiamo la critica e ne facciamo ammenda, ma non accettiamo di essere censurati tutti e passare tutti per evasori. Molte volte l’abbiamo notata con il telefonino in mano in stazione o presso gli aeroporti milanesi, pronta ad immortalare le malefatte di turno del tassista. Peccato – ha proseguito il presidente dell’associazione – che non sempre, anzi quasi mai, le riesca lo scoop. Questa volta ha trovato il collega che si è comportato in maniera scorretta, e ancora ci scusiamo, ma non le permettiamo di chiudere il suo video dicendo ‘siete la peggiore categoria del mondo’».

I precedenti

Insomma tra Selvaggia Lucarelli e la categoria dei tassisti i rapporti restano a dir poco tesi. Nessun segnale di distensione rispetto all’increscioso episodio del mese scorso, quando durante i cortei di protesta i lavoratori intonarono un coro pesantemente offensivo e volgare nei confronti della giornalista. All’epoca la Lucarelli chiese aiuto alla rete per identificare e poi denunciare gli autori dei cori. Un mese dopo lo scontro non si è ancora esaurito e a questo punto non resta che attendere il prossimo episodio della saga.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...