6.5 C
Milano
28. 11. 2022 19:23

Arco della Pace, sabato 5 novembre la manifestazione contro la guerra in Ucraina

L’evento all’Arco della Pace (ore 16) è stato organizzato dal Terzo Polo (Azione e Italia Viva)

Più letti

Sabato 5 novembre Milano torna in piazza per chiedere la fine della guerra in Ucraina. L’evento all’Arco della Pace (ore 16) è stato organizzato dal Terzo Polo (Azione e Italia Viva), ma «sarà una manifestazione senza bandiere di partito», come ha scritto Carlo Calenda sui suoi profili social.

Arco della Pace a favore dell’Ucraina: l’evento a Milano

«Mentre la destra italiana rimane colpevolmente ambigua sull’aggressione russa all’Ucraina, le forze di Mosca martellano le città ucraine, spazzando via infrastrutture vitali per la popolazione civile. Sabato a Milano, insieme a migliaia di cittadini, lo diremo con forza: stop alla guerra di Putin, si alla pace che riconosca sovranità e integrità territoriale di Kiev», scrive Matteo Richetti, capogruppo di Azione-Italia Viva alla Camera dei Deputati, sui suoi profilo social. La manifestazione vuole ribadire con forza che lo stop all’invio di armi in Ucraina non può essere una soluzione diplomatica percorribile.

manifestazione allarco della pace

«Sabato 5 novembre saremo in Piazza Sempione a Milano per partecipare alla manifestazione lanciata da Carlo Calenda e Matteo Renzi a sostegno dell’Ucraina. In questi giorni sono in programma diverse iniziative, da quella di Roma a quella di Napoli, ma l’unica manifestazione di piazza possibile è quella in cui non c’è spazio per un pacifismo che non fa differenze, che mette sullo stesso piano aggredito e aggressore. Non mi piace l’idea di una resa sulla pelle del popolo ucraino. Tutti vogliamo la fine della guerra, ma è come ci si arriva che fa la differenza. E non può esserci pace senza giustizia e verità». Lo ha detto Mariastella Gelmini, vicepresidente del gruppo Azione-Italia viva al Senato, nella sua newsletter, annuncia la sua presenza alla manifestazione.

In breve

FantaMunicipio #11: proposte per la città, ripensiamole tutti insieme

Sempre più cittadini si ritrovano in strada per discutere delle problematiche di alcune aree e per cavarne fuori idee...