22.7 C
Milano
18. 05. 2022 02:47

Il corteo del 1° maggio a Milano: sicurezza sul lavoro e no al riarmo

In testa al corteo lo spezzone dei sindacati confederali Cigl, Cisl e Uil uniti con lo striscione "Al lavoro per la pace"

Più letti

La difesa dei diritti e della sicurezza sul lavoro, insieme al “No” al riarmo e alla spinta verso una soluzione diplomatica del conflitto in Ucraina. Sono questi i filoni principali che hanno accompagnato il corteo del 1° maggio a Milano.

Corteo del 1° maggio a Milano: cos’è successo

Migliaia di persone, dopo due anni di stop forzato causa Covid, sono tornate in piazza per la tradizionale manifestazione dei lavoratori. In testa al corteo lo spezzone dei sindacati confederali Cigl, Cisl e Uil uniti con lo striscione “Al lavoro per la pace” e accompagnati dalle note di “Bella Ciao” e dalle canzoni di Calcutta e dei Negrita.

Corteo del 1° maggio a Milano

Tra le tante bandiere rosse spuntano cartelloni contro “L’invasione russa e tutte le guerre”. Forte la critica: “Kiev come Belgrado, Kabul, Tripoli e Damasco: guerre dell’imperialismo unitario”.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...