5.3 C
Milano
06. 12. 2021 12:12

Covid, Galli: «Chi si oppone al Green Pass non aiuta la nazione a vivere»

Il virologo è ormai prossimo alla pensione, ma assicura: «Non lascio la trincea. Ho sempre seguito una sola stella: non mentire»

Più letti

Il professor Massimo Galli, direttore del reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Sacco di Milano, è prossimo alla pensione: a novembre appenderà il camice “al chiodo”. Per l’occasione ha rilasciato due lunghe interviste al Corriere e a La Repubblica.

Galli: «Vado in pensione, ma resto in trincea»

Nonostante il pensionamento imminenti, il professor Galli è più che mai certo che continuerà a dare il proprio contribuito alla lotta al Covid: «Non abbandono la trincea. Noi medici, assieme ai magistrati, siamo quel genere di persone che non vorrebbero mai andare, però dietro di me c’è chi merita di prendere questo posto. Mi ritiro con la coscienza a posto».

Sull’introduzione del Green Pass il virologo ha le idee ben chiare. «Gli italiani hanno risposto bene e sopportano i sacrifici con dignità – ha dichiarato -. Chi alimenta false informazioni li tradisce. Quelli che un anno fa negavano la necessità di proteggersi, oggi si oppongono al Green Pass. Non aiutano la nazione a vivere. Ora non bisogna perdere il ritmo della campagna vaccinale. E da sotto questo aspetto devo dire che in Italia abbiamo fatto meglio di tanti altri».

C’è anche il tempo per una battuta sulla popolarità raggiunta dai virologi durante la pandemia. «Pur accettando solo il 30% degli inviti, mi sono trovato a parlare pubblicamente dieci volte al giorno. L’ho fatto perché una pandemia impone anche agli scienziati responsabilità diverse: bisogna avere l’umiltà di spiegare. Ho seguito una sola stella: non mentire. Risultato: l’estrema destra mi accusato di essere un vecchio sessantottino. Tragicomico: si è persa l’occasione di affrontare in modo unitario una crisi comune, dividendo anche un virus tra destra e sinistra».

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...