7.2 C
Milano
01. 12. 2021 11:36

Si celebra la giornata contro la violenza sulle donne: a Palazzo Marino uno striscione per le donne afgane

Si celebra la giornata contro la violenza sulle donne: un'occasione per riflettere ed agire davanti a dati purtoppo ancora allarmanti

Più letti

Oggi, gioverdì 25 novembre, si celebra la giornata contro la violenza sulle donne. Un’occasione per sensibilizzare e soprattutto per ricordare quanto la violenza di genere sia ancora una piaga per la nostra società con numeri costantemente in crescita.

Giornata contro la violenza sulle donne: i femminicidi sono in crescita

I dati sono preoccupanti. Ormai da alcuni anni prosegue un trend di crescita dei femminicidi con un +8% rispetto all’anno precedente. Si aggiunge poi tutto un corollario di altri reati come il revenge porn, le violazioni dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare. Addirittura crescono gli attacchi di deformazione dell’aspetto fisico, in particolare del viso.

Alla luce di tutto ciò la giornata contro la violenza sulle donne assume quest’anno un significato ancor più profondo, nonostante il cambiamento culturale sembri ancora lontano. Due giorni fa la ministra Elena Bonetti ha discusso in parlamento una mozione contro la violenza sulle donne: in aula erano presenti appena 8 deputati sui 630.

L’iniziativa del Comune di Milano

In occasione della giornata contro la violenza sulle donne, a Palazzo Marino verra esposto a partire dalle 10 uno striscione in solidarietà con le donne afgane, «Milano con le donne afghane», per esprimere vicinanza in questo particolare momento segnate dalla soppressione delle libertà imposta dal regime talebano.

«La città di Milano – dichiara l’assessore al Welfare e Salute Lamberto Bertolè – da molto tempo è impegnata a contrastare la violenza sulle donne e, insieme alla straordinaria rete delle Case rifugio e dei centri antiviolenza e alle molte realtà impegnate sul territorio, abbiamo creato un sistema che lavora sia sulla prevenzione del fenomeno che sulla costruzione di percorsi personalizzati di liberazione e fuoriuscita dalla spirale di violenza e riacquisizione dell’autonomia».

Il Comune però guarda anche al futuro per contrastare il fenomeno della violenza sulle donne. «L’Amministrazione ha già approvato un investimento di 1,6 milioni di euro per sostenere questo tipo di attività nel prossimo biennio – aggiunge Bertolé -: uno sforzo che ci impegniamo a mantenere e intensificare, cercando di far emergere le richieste di aiuto e superando il muro della diffidenza che si erge molto alto in questi casi. Quest’anno, in particolare, Milano si schiera a fianco delle donne afghane che si sono viste negare diritti fondamentali faticosamente conquistati nel corso del tempo. Al loro coraggio vogliamo dedicare questa importante giornata»

In breve

Sciopero Atm di 4 ore: lavoratori contro il Green Pass, chiedono tamponi gratis

Possibile sciopero Atm per venerdì 3 dicembre a Milano. Le organizzazioni sindacali Ugl Autoferro e Ugl Ferrovieri hanno proclamato...