4.9 C
Milano
30. 11. 2022 21:40

Il giorno dopo il derby: Milano è Milan, l’Inter fa mea culpa

Lo spettacolo di San Siro in mezzo alle questioni legate al suo futuro

Più letti

Il giorno dopo è ancora più bello. Per i tifosi milanisti, chiaramente. Mentre il giorno dopo fa ancora più male. Per la sponda nerazzurra di Milano, ovviamente. Umori opposti e stili diversi il giorno dopo il derby di Milano: chi non perde mai, invece, è sempre San Siro.

Lo spettacolo di San Siro al derby: quale futuro per lo stadio?

Ogni volta che si scende in campo la domanda sorge spontanea: che fine farà San Siro? Sì perché uno spettacolo come il derby riaccende l’interesse per uno stadio che entrambe le società di calcio vogliono abbandonare. Ma quando lo vedi tremare, capisci il suo fascino. Sabato a San Siro c’erano settanta mila persone: tutto esaurito. Il calore sugli spalti era palpabile anche dal divano di casa. Grande tensione ma anche tante emozioni. La battaglia in campo delle due squadre al triplice fischio è diventata gioia rossonera. Sensazioni difficili da spiegare, flashback che rimarranno per sempre nei presenti allo stadio San Siro di Milano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanPress.it (@milanpress.it)

 Quando al termine della partita è iniziato il celebre motivetto dedicato all’allenatore del Milan Stefano Pioli, “Pioli is on fire“, tutto lo stadio tremava. Ha senso rinunciare a queste emozioni per costruire un nuovo stadio? Gli interisti si interrogano, i milanesi oggi esultano. Il giorno dopo il derby è ancora più bello.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...