6.8 C
Milano
19. 01. 2022 17:18

Lobby Nera, tocca a Bastoni che non nega e ribatte: «Sono orgoglioso»

L'assessore della Regione Lombardia non nega le accuse di vicinanza all'estrema destra e sorprende con una affermazione, ecco i motivi

Più letti

Prosegue l’inchiesta riguardante la Lobby Nera dei partiti riguardante il finanziamento illecito dei partiti, riciclaggio e non ultima l’apologia del fascismo. Accusa dalla quale Massimiliano Bastoni, uno degli ultimi nomi toccati dall’inchiesta, non sente di doversi difendere e risponde così: «Sono orgoglioso di partecipare alle iniziative di Lealtà Azione».

Lobby Nera, i motivi dell’affermazione di Bastoni

L’inchiesta giornalistica di FanPage sulla Lobby Nera coinvolge ora anche il consigliere leghista della Regione Lombardia Bastoni. L’accusa è di vicinanza a movimenti di estrema destra con ideologie neonaziste. Il consigliere non nega, anzi, risponde, ammettendo di partecipare alle attività di Lealtà Azione, quali «consegnare pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà, organizzare tornei contro la pedofilia. Hanno un servizio legale per fare domanda per le case popolari. Questi sono i cattivi fascisti di “Lealtà Azione”» definendosi quindi orgoglioso. D’altronde Bastoni era stato appoggiato nelle proprie campagne dallo stesso movimento di estrema destra Lealtà Azione. Sull’appartenenza o meno al fascismo lui si dichiara pragmatico: «gli italiani hanno altri problemi».

 

 

 

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...