24.5 C
Milano
13. 07. 2024 23:47

Milano, nasce largo Claudio Abbado: la targa commemorativa a pochi metri dalla Scala

La città dedica uno spazio nel cuore culturale a uno dei suoi maestri più illustri

Più letti

Milano rende omaggio a Claudio Abbado, uno dei suoi figli più celebri, dedicandogli un largo vicino al teatro alla Scala. La cerimonia di intitolazione si svolgerà al crocevia tra via Santa Margherita e via San Protaso, luogo scelto per la sua vicinanza al tempio della musica lirica dove Abbado ha lasciato un segno indelebile. Una targa commemorativa con le date di nascita e morte del maestro (26 giugno 1933 – 20 gennaio 2014) verrà scoperta, segnando il punto esatto dell’intitolazione.

teatro alla scala
La Scala di Milano

Milano, nasce largo Claudio Abbado: tante le autorità presenti domani 17 giugno

L’evento, organizzato da Palazzo Marino in collaborazione con il Teatro alla Scala, vedrà domani 17 giugno 2024 (ore 10.30) la partecipazione di figure di spicco come il sindaco Beppe Sala, l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, il sovrintendente della Scala Dominique Meyer, il direttore d’orchestra Riccardo Chailly, e Michele Gamba, attualmente alla guida dell’opera “Turandot”. I figli di Abbado, inoltre, prenderanno la parola per condividere ricordi personali del padre, sottolineando il profondo legame tra il maestro e la città di Milano.

Milano, nasce largo Claudio Abbado: l’importanza dell’artista per la cultura e la comunità milanese

L’intitolazione di largo Claudio Abbado non è solo un riconoscimento del suo talento artistico, ma anche della sua passione civile. Considerato un gigante nel panorama culturale italiano e internazionale, Abbado ha combinato la sua maestria musicale con un impegno profondo per questioni sociali e ambientali. È ricordato non solo come un eccezionale direttore d’orchestra, ma anche come un “maestro-giardiniere” per il suo interesse nel promuovere la forestazione urbana, simbolo del suo amore per la natura e per la città di Milano.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Milano, nasce largo Claudio Abbado: la sua visione della musica come forma di terapia

L’assessore Sacchi ha enfatizzato come per Abbado la musica fosse una forma di terapia, e come attraverso di essa abbia cercato di migliorare la società. L’attenzione nella scelta del luogo per l’intitolazione del largo non è stata casuale: situato tra la piazza del Duomo e la piazza della Scala, il largo rappresenta un punto di incontro frequente per cittadini e turisti, simboleggiando il desiderio di Abbado di rendere la cultura accessibile a tutti. Inoltre, in linea con il suo impegno ambientale, Abbado aveva richiesto che al posto di compensi fossero piantati alberi nel cuore di Milano, un gesto che continua a influenzare la politica ambientale della città.

In breve

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu...