20.3 C
Milano
27. 05. 2022 05:42

Milano Santa Giulia: il nuovo Spark Food District pronto al debutto

Nel quartiere al centro della riqualificazione urbana in vista delle Olimpiadi di Milano-Cortina sta per aprire un distretto completamente dedicato al Food: ecco di cosa si tratta

Più letti

Nel quartiere di Milano Santa Giulia aprirà Spark Food District: la multinazionale australiana Lendlease ha firmato i primi accordi che daranno vita ad oltre 2000 metri di spazi ristorativi nel futuro “Business Distict” della città. 

A Milano Santa Giulia arriva lo Spark Food District

Il quartiere di Milano Santa Giulia rinascerà attraverso un’imponente opera di riqualificazione in vista delle Olimpiadi di Milano-Cortina. La realizzazione dello Spark Food District si muove proprio in questa direzione.

Nella Milano Santa Giulia del domani ci saranno soluzioni abitative diversificate e con un’ampia dotazione di servizi culturali, commerciali e per il tempo libero. Ci sarà un nuovo parco urbano, diverse aree per lo shopping, servizi di prossimità e luoghi di ritrovo, spazi culturali e per l’intrattenimento che renderanno il quartiere vivace e vivibile. Una realtà che al tempo stesso offrirà un’alta qualità della vita dei residenti e un’esperienza gratificante a tutti coloro che ne usufruiranno.

Il Project Director di Milano Santa Giulia per Lendlease, Fabrizio Zichichi, ha commentato con entusiasmo la firma degli accordi: “L’arrivo degli esercizi nello Spark Food District è il risultato di un grande lavoro di squadra pur in un periodo complesso come quello pandemico. Abbiamo ricevuto oltre trenta manifestazioni di interesse, a dimostrazione che il mercato è in ripresa e gli operatori puntano in particolare sui progetti di rigenerazione urbana di larga scala e lungo termine”. L’inaugurazione dello Spark Food District di Santa Giulia è prevista per la prossima primavera

Le prossime aperture di Milano Santa Giulia

Secondo quanto annunciato da Lendlease, i primi punti di ristorazione ad aprire saranno Flower Burger, La Piadineria e Poke House, mentre in un secondo momento arriveranno Smokery by RoadHouse, Billy Tacos, Shi’s, PizziKotto, BUN e Cioccolati Italiani

Le prime attività commerciali apriranno il 10 febbraio: le altre, a seguire, entro la prossima primavera. L’obiettivo è quello di rendere il nuovo quartiere di Milano Santa Giulia un centro importante per la metropoli milanese, presentando proposte di attività socio-culturali e di iniziative sportive che daranno vita al quartiere per tutto l’anno. La progettazione è strutturata anche nell’ottica di ottenere il premio statunitense Leed Neighbourhood, un sistema di classificazione che considera i principi della “crescita smart”, dell’urbanismo e del Green building in un sistema nazionale per la progettazione dei quartieri. 

Milano Santa Giulia: il cibo come chiave del progetto urbano

 

Milano Santa Giulia - Spark Food District

Lo Spark Food District del quartiere di Milano Santa Giulia sarà collocato in una posizione strategica e ben connessa a livello infrastrutturale all’interno della metropoli milanese: si troverà infatti tra il futuro quartiere olimpico e la nuovissima area urbana di Santa Giulia.  

Con le Olimpiadi di Milano – Cortina 2026 poi ci sarà la costruzione di una nuova arena olimpica e l’intera area dello Spark ha una stima di oltre 10 milioni di spettatori.

Un progetto ambizioso e innovativo che ha lavorato per rilanciare il territorio dell’area di Santa Giulia, creando un’offerta e un’area per la vita sociale della comunità.

Il cibo sarà la chiave che tiene insieme il progetto di trasformazione urbana, con l’obiettivo di valorizzare l’ampliamento residenziale, lo stile di vita, il parco e la porzione dedicata agli uffici. L’offerta legata al cibo è stata studiata per attrarre un pubblico eterogeneo, che coinvolga i lavoratori degli uffici e i residenti del quartiere.

Verde e sostenibilità nel nuovo quartiere di Milano Santa Giulia

Il nuovo quartiere ambisce ad aumentare la disponibilità di aree verdi al pari nella città di Milano per renderla pari alle altre città europee: nel progetto di Santa Giulia c’è un nuovo grande parco, dotato di servizi per lo sport e per il tempo libero, che sarà il centro vitale del quartiere e lo sfondo naturale al succedersi delle attività quotidiane. Il parco sarà organizzato, coerentemente con il paesaggio lombardo, con canali e specchi d’acqua, prati, aree di boschi e piantagioni, dando vita a un ambiente vario e ricco di biodiversità.

Le residenze del nuovo quartiere saranno dotate di un’ampia corte interna, fornendo così ai residenti il beneficio di un giardino protetto. Le proporzioni e l’orientamento delle corti, le altezze delle facciate, sono stati studiati sulla base dell’esposizione alla luce stagionale, per ottimizzare la luminosità e il rapporto con l’esterno.

 

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...