7.8 C
Milano
05. 12. 2021 16:21

No Green Pass, la video risposta di Beppe Sala alle minacce

Minacce soprattutto su Telegram, Sala risponde direttamente

Più letti

I No Green Pass si sono scatenati contro il sindaco Beppe Sala dopo le sue recenti affermazioni fatte durante l’intervento in diretta a “L’aria che tira” di La7. L’intento del sindaco era, con ogni probabilità, solo esprimere quanta frustrazione si provi nel vedere sabato dopo sabato parte della città tenuta in scacco dai manifestanti, ma un dato di fatto è stato preso come una esortazione, provocando l’ira sui social.

No Green Pass, la frase della discordia

Il sindaco di Milano è stato preso di mira a causa di una sua frase in particolare, dove spiegava che i manifestanti hanno smesso di concordare il percorso del corteo e quindi «diventano incontrollabili, la Polizia può fare solo una cosa, caricarli, una cosa che io capisco che il prefetto non intende fare». Quella del sindaco non era un invito a caricare i manifestanti, solo la narrazione dello stato attuale dove servirebbero tre o quattro volte le forze di polizia di cui si dispone attualmente per controllare manifestazioni di tale portata.

No Green Pass decontestualizzano e minacciano

Diversi giornalisti hanno approfittato della dichiarazione sul filo del rasoio per titolare in maniera forte e molti No Green Pass ci sono cascati, facendo esplodere l’ira sui social. In particolare su Telegram dove i messaggi d’odio assumono la pericolosa forma di invito ad organizzare una rappresaglia.

A tutto questo il sindaco Sala ha ritenuto di rispondere personalmente dal proprio profilo Instagram: http://https://www.instagram.com/tv/CVh7dJQIcsP/?utm_medium=share_sheet

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...