20.3 C
Milano
27. 05. 2022 05:54

Pagare la Tari a Milano e provincia: una vera batosta per le imprese 

Fare bene la raccolta differenziata per risparmiare sulle tasse, Pogliano Milanese comune virtuoso

Più letti

Pagare la Tari a Milano e provincia è una vera e propria batosta per le imprese, chiamate a sborsare cifre incredibili in alcuni comuni e altre, molto più basse, in altre località. È questo il quadro che risalta dalla lettura della quarta edizione dell’indagine dell’Ufficio Studi di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza. Uno studio che, analizzando i costi della tassa rifiuti per le utenze non domestiche in 226 Comuni, ha potuto fotografare una situazione tanto anomala quanto da decifrare.

Pagare la Tari a Milano, un costo elevato ma non per tutti

Lo studio, che non include la città di Milano in quanto non paragonabile per popolazione e afflusso di non residenti, ha classificato i comuni in grandi, medi e piccoli (da oltre 30mila abitanti a meno di 5mila), ha rivelato come tra i grandi Comuni a Sesto San Giovanni la tariffa Tari è il doppio (31,2 contro 15,6) del benchmark per le attività commerciali classificate ad alta tassazione per la produzione di rifiuti (bar, ristoranti, esercizi alimentari, fiori e piante). Ed è quasi il triplo (18,3 contro 7) per le medie e grandi superfici di vendita (supermercati, ipermercati ecc.). A Rozzano si viaggia su livelli doppi rispetto al benchmark medio (32,7 contro 15,6) nelle attività ad elevata tassazione e nelle medie/grandi superfici di vendita (14,4 contro 7).

Maglia nera a Boffalora, Bresso situazione anomala

Situazioni anomale anche tra i Comuni di media dimensione: l’analisi di Confcommercio prende in esame la situazione, ad esempio, di Bresso, Paullo e Pieve Emanuele, paesi che viaggiano anche loro ben al di sopra del benchmark medio per le attività ad alta tassazione. Mentre tra i piccoli Comuni risalta il risultato di Boffalora Sopra Ticino, vera maglia nera di questa speciale classifica con una tariffa di 37 contro 10 per le attività commerciali ad elevata tassazione e di 16,2 contro 5,1 nelle medie/grandi superfici di vendita.

Fare bene la raccolta differenziata per risparmiare, Pogliano Milanese comune virtuoso

Fare bene la raccolta differenziata consente ai comuni di risparmiare mediamente nelle tariffe della tassa rifiuti 0,56 euro al metro quadrato, quota che scende a 0,36 nei piccoli Comuni. Rozzano non brilla in questo caso (51%, contro una percentuale media di riferimento per la raccolta differenziata del 71%). Particolarmente virtuoso è invece il caso di Pogliano Milanese (83%). Nei piccoli Comuni la percentuale più alta di raccolta differenziata è a Colturano, vicino Melegnano, con il 90% contro una media del 76%. La più bassa a Montanaso Lombardo (Lodi): 52%.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...