23.8 C
Milano
09. 06. 2023 20:06

Parco Trotter, il «ritorno dell’ex piscina»: campi multisport allagati. Il video

La segnalazione del gruppo La Città del Sole - Amici del Parco Trotter ODV dopo il forte nubifragio di ieri

Più letti

L’ex piscina del Parco Trotter – che dal 2020 ospita campi sportivi multifunzionali di 25×16 metri ciascuno – sembra essere tornata. Ma no, questa volta non ci sono di mezzo Comune, Regione, cittadini o amministrazione. C’è solo la pioggia. È suo infatti il “merito” di questo “grande ritorno”. «Pallacanestro, basket , pallavolo: le attrezzature ci sono, si tratta di procurarsi quelle per gli sport acquatici», si legge in un post pubblicato sui social da La Città del Sole – Amici del Parco Trotter ODV. Ma che cos’è successo? E perchè si parla ancora di questa piscina?

Cosa succede all’ex piscina del Parco Trotter

Iniziamo subito con il dirvi che potete stare tranquilli: nessuna ex piscina è stata riportata alla luce. Ciò che è successo e che viene segnalato dagli Amici del Parco Trotter è legato allo scenario che si è presentato questa mattina in quelli che oggi sono degli spazi in cui si possono praticare sport come pallavolo, pallacanestro e calcetto, ma anche fare spettacoli all’aperto.

Dopo il forte nubifragio che ha colpito Milano ieri, mercoledì 24 maggio 2023, l‘ex piscina si è completamente allagata. Questa mattina, come si vede nel video pubblicato su Facebook da La Città del Sole – Amici del Parco Trotter ODV, nei campi multisport vi erano diversi centimetri di acqua piovana. E non è finita qui. Dal filmato si nota anche qualcuno si è divertito a giocare a pallone con i piedi immersi proprio in quest’acqua.

Food Wave Picnic

Subito si è scatena l’ironia sui social. «Mancano solo i pesci», ha commentato un utente sotto al video. E poi ancora: «Del resto era una piscina», scrive un altro, «La piscina che s’impone per la sua originaria essenza!! Complimenti alle tre ragazze talentuose e coraggiose».

Parco Trotter e i lavori

L’area, prima di accogliere i campi per far praticare ai bambini e alle bambine milanesi un po’ di sport, sempre nel 2020 era stata soggetta a lavori di pulizia dell’area dalla vegetazione incolta, di rimozione della pavimentazione dal bordo vasca e dai cordoli, di messa in quota di tutti gli elementi e infine di pulizia delle colonnine e dei pilastri in cemento decorativo.

Erano state poi ricostruite le parti mancanti, il Comune aveva proceduto con la verifica e il rifacimento dell’intonaco e il tracciamento di una nuova linea fognaria. Sull’ex bordo vasca era stata posata una nuova pavimentazione in porfido, per garantire un miglior accesso al pubblico, mantenendo però una piccola porzione della vecchia pavimentazione sportiva, come ricordo delle attività che qui venivano svolte. Sulla balaustra erano inoltre stati inseriti due accessi con rampe adatti a persone con disabilità.

In breve

FantaMunicipio #35: ora serve una regia pubblica

A Milano è il momento di parlare di una nei quartieri. Questa settimana, nel corso dell'Arch Week milanese, ai...
A2A
A2A