24.6 C
Milano
18. 05. 2022 21:57

Rubare diventa una moda: in manette la “banda degli scooter sharing” di Milano

Le indagini sono iniziate un anno fa e si sono concluse con dodici arresti e un'accusa di associazione a delinquere finalizzata al furto e alla ricettazione

Più letti

Dodici arresti e un’accusa di associazione a delinquere finalizzata al furto e alla ricettazione. Si sono concluse così, dopo due anni di indagini, le avventure della “banda degli scooter sharing”, il nuovo business a cielo aperto da rubare a Milano.

La “banda degli scooter sharing”: l’entità dei furti

Le modalità dei colpi erano sempre le stesse. Un tronchesino in un angolo poco trafficato di Milano e, in pochi secondi, via la batteria a ioni di litio degli scooter sharing sparsi per la città. Valore della batteria: mille euro ciascuna. Nella notte dal 27 marzo si sono registrati ben 14 furti in tre ore per un danno totale che Cityscoot, la società di motorini elettrici in sharing, stima di oltre 650mila euro.

banda degli scooter sharing

L’indagine degli agenti della squadra mobile di Milano sono durate un anno attraverso pedinamenti, intercettazioni, analisi dei tabulati telefonici e degli impianti di videosorveglianza. Dodici gli arrestati, tutti di nazionalità italiana, a cui si aggiungono sette indagati e numerose perquisizioni.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...