27.1 C
Milano
16. 05. 2022 13:23

Sala torna sulle ciclabili: «Non siamo ideologici, abbiamo un’idea»

Il sindaco Sala è intervenuto durante il convegno "Quale sanità per Milano": le dichiarazioni

Più letti

Il sindaco di Milano Beppe Sala è intervenuto questa mattina al convegno “Quale sanità a Milano. Le sfide post-Covid», organizzato dalla Cgil Milano con Cisl e Uil Milano. È stata un’occasione per parlare non solo dell’emergenza coronavirus, ma anche di altri temi delicati come l’inquinamento ed i trasporti.

«Il tema dell’inquinamento va affrontato»

 «Dobbiamo parlare di sanità ma anche di condizioni di vita – ha dichiarato il primo cittadino -, perché le città spesso sono accusate di non essere in grado di garantire la condizioni di vita più sane possibili».

Il miglioramento delle condizioni di vita passa indubbiamente da un calo del livello di inquinamento nell’aria milanese. «È chiaro che la città Metropolitana di Milano ha un tema di inquinamento che va affrontato – ha sottolineato Sala -, ne parlo con i sindaci delle grandi città del mondo, e per tanti sindaci c’è una qualche convinzione che se non c’è una correlazione diretta tra fattori di inquinamento ambientali e Covid, c’è comunque un tema di affanno delle grandi città per cui questa questione va affrontata con grande energia. Ed è quello che noi stiamo cercando di fare. Noi non siamo ideologici, ma abbiamo una idea, ed è quello che stiamo facendo sulla mobilità, con l’intento di continuare a sviluppare la metropolitana uscendo da Milano e poi con le tanto discusse piste ciclabili».

«I trasporti pubblici all’80% creeranno disagio»

Nei giorni scorsi si è raggiunto l’accordo tra Regioni e Governo per garantire una capienza dell’80% sui mezzi pubblici. Nonostante ciò il ritorno al lavoro dei milanesi sta iniziando a destare qualche preoccupazione, sia per l’eventualità di nuovi disagi, che per il rischio di assembramenti.

«Io mi aspetto che portare il trasporto pubblico all’80% della capacità massima creerà disagio perlomeno emotivo nei confronti degli utenti – ha chiarito il sindaco -. In tanti si lamenteranno degli assembramenti sui mezzi e noi qui non possiamo che garantire il fatto di applicare esattamente la regola di chiudere le metropolitane quando si rischia di superare quel livello, di fornire gel igienizzanti e di aumentare la pulizia dei mezzi».

beppe sala ciclabili

Il flop del bando scolastico per accogliere nuovi insegnanti 

C’è stato il tempo anche per parlare del bando lanciato per accogliere gli insegnanti disposti a trasferirsi in Lombardia. Tuttavia l’iniziativa è stato un fiasco assoluto: il costo della vita troppo alto di Milano non incentiva i professori a muoversi in Lombardia.

«Io avevo fatto un’affermazione tempo addietro – ha ricordato Sala – che aveva suscitato molte polemiche, relativa al fatto che il personale pubblico in generale dovesse avere lo stesso stipendio in tutta Italia. Io non ho mai parlato di gabbie salariali, però mi è stata attribuita questa volontà. Vi faccio un esempio: il bando messo in piedi on line per cercare di trovare insegnanti disponibili a trasferirsi in Lombardia è stato un fiasco assoluto, con numeri risibili in rapporto uno a cento rispetto ai bisogni».

 

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...