Bollettino regionale, quasi 20.000 tamponi, ma il trend non cambia: Milano +35

I dati odierni diramati dalla Regione: a fronte di quasi 20.000 tamponi il trend resta ancora invariato

Il report dell’Iss ha declassato il rischio di contagio in Lombardia da “moderato” a “basso”. Tuttavia fino ad ieri i dati riguardanti l’area metropolitana milanese indicavano un indice Rt in crescita a 0,86 appena sotto la soglia di attenzione fissata a 1. L’assessore al Welfare Giulio Gallera presente nella consueta conferenza stampa, dichiara di essere particolarmente soddisfatto: «L’indice dimostra l’efficacia delle misure prese in Lombardia». Quest’oggi l’andamento epidemiologico registra un aumento in linea con i valori rilevati nelle ultime settimane.

I dati. L’ultimo bollettino diffuso da Regione Lombardia conta ormai 86.384 casi positivi (+293, mentre ieri l’aumento era stato di 316). I decessi anche per oggi restano sotto le 100 unità: sono 15.784 con un aumento di 57, dato in diminuzione rispetto ai 65 registrati ieri.

Negli ospedali. I ricoverati nelle terapie intensive continuano a scendere: calano a quota 207(-19 rispetto ieri). Negli altri reparti presenti 4.028 ricoverati con un calo di 91 persone, dato inferiore rispetto ai 162 dimessi registrati ieri. In totale i tamponi elaborati nelle ultime 24 ore sono stati 19.028, ovvero 5000 in più rispetto 14.702 test della giornata precedente.

Milano. Nell’area metropolitana milanese i contagi crescono in maniera contenuta: i casi di infezione sono 22.528, di cui 9.525 nel capoluogo meneghino. Secondo le rilevazioni l’aumento in tutta la provincia è stato di 73 nuovi positivi, mentre a Milano città la crescita è di 35 casi, dato pressoché identico rispetto a ieri (+38).