bookcity
bookcity

Torna la manifestazione che trasforma Milano nel palcoscenico della lettura: da giovedì a domenica, BookCity animerà quattro giorni con oltre 1.300 eventi, conferenze, mostre, seminari. Tutta la città sarà coinvolta con oltre 250 sedi. Dai luoghi più convenzionali, come le biblioteche storiche o le sedi culturali più celebri, fino a quelli più insoliti e inaspettati.

Ad alta voce o in silenzio, da giovedì comincia un dialogo con le mille forme del libro. La sua storia inizia nel 2012, quando il Comitato Promotore e l’Assessorato alla Cultura della città meneghina hanno chiamato a raccolta i professionisti del sistema editoriale per la realizzazione di un progetto che unisse libri, lettura e lettori. L’obiettivo: renderli protagonisti di eventi capaci di esprimere l’identità di Milano e le sue trasformazioni. Da allora, un successo. A portarlo avanti sono il Comune, l’Associazione BookCity Milano, l’Associazione Italiana Editori (AIE), l’Associazione Italiane Biblioteche (AIB) e l’Associazione Librai Italiani (ALI).

TEMI • Tanti i temi in contemporanea, tutti diversi. Non solo per umanisti: sotto il tema Il libro della natura 39 eventi dedicati alle scienze naturali, matematica, fisica, chimica e astronomia. Dalla scoperta del Bosone di Higgs all’astrofisica. Il mondo delle idee, invece, esplora spiritualità e filosofia, psicologia e neuroscienze con oltre 70 fra conferenze e seminari. Chi apprezza soprattutto sport, viaggi e cucina farà bene a controllare Il tempo è libero, mentre per gli appassionati di fumetto e fotografia c’è il tema Lo sguardo.

L’arte del racconto sarà il cuore di Letterature, che darà voce alla narrativa e alla poesia di tutto il mondo. Mondo che non potrebbe pubblicare le proprie storie senza l’editoria: questa, insieme alle traduzioni e ai premi letterari, troverà spazio in Mestieri del libro, che aprirà con un omaggio a Inge Feltrinelli. Passato e presente offrirà invece spunti per riflettere sulla società e sull’economia, senza tralasciare il grande tema del lavoro. Non può mancare Spettacolo, con oltre 90 eventi dal cinema alla radio e alla televisione.

Da tenere a mente anche gli eventi in università e quelli dedicati ai più piccoli, riuniti nel tema Young. E poi, i cosiddetti eventi speciali – tema Mostre -, che esplorano argomenti peculiari e di grande attualità: dalla realtà aumentata all’editoria scientifica, fino a Ritratti in carcere, rassegna di 30 fotografie scattate nel carcere di massima sicurezza di Milano-Opera.

Elisa Cornegliani

LA SELEZIONE DI MT

Milano by taxi

BookCity significa anche un modo nuovo di fare cultura. Osservare la propria città con occhi nuovi, da un taxi: un progetto nuovo attivo per tutti e quattro i giorni della manifestazione. Basta prenotare con l’app MyTaxi. I fortunati estratti saranno accolti da una guida turistica che parteciperà alla loro tappa e racconterà le opere d’arte, i fatti storici e le curiosità dei luoghi incontrati lungo il percorso. Una sorta di libro di viaggio itinerante. È una delle tante iniziative che vogliono valorizzare Milano dopo che è stata nominata città creativa Unesco per la letteratura. Un modo per conoscere un territorio sconosciuto o per scoprire nuovi aspetti di una città che non smette di sorprendere. MyTaxi, fondata dall’azienda tedesca Daimler, è l’app che punta a mettere in contatto i tassisti e i clienti in modo veloce e funzionale per entrambi. it.mytaxi.com/bookcity

Con La Giocomotiva

Per avvicinarsi alla lettura non è necessario essere adulti: per i più piccoli ci sono le attività organizzate dalla Giocomotiva, che anche quest’anno decide di partecipare a BookCity. Si comincia il 16 in via Bonghi con l’Operazione Scacciapensieri e la lettura di Ninniamo. Ninne nanne per dire sogniamo e Scacciapensieri. Poesia che colora i giorni neri da parte degli autori Dome Bulfaro e Giacomo Nucci. In via Zocchi Michela Di Mario, ideatrice di Piccolilibri.it, legge Cinque vicini molto invadenti in occasione dell’evento Il bello di stare insieme. Entrambi gli incontri sono consigliati ai bambini di 3-6 anni. Sabato e domenica La Giocomotiva apre le porte delle proprie sedi – oltre a via Bonghi, quelle di via Zocchi e via Boschetti – per l’open day, per permettere ai visitatori di conoscere meglio gli spazi, i percorsi educativi e lo staff.
02.89.50.08.93 • info@lagiocomotiva.it

Un Flash mob letterario

Un invito rivolto a chiunque ami Milano e voglia celebrarla come Città Creativa Unesco per la letteratura. Sabato appuntamento in diversi punti della Mappa Letteraria Milano per la lettura di citazioni tratte da romanzi o poesie. In comune hanno la localizzazione, una via specifica del capoluogo lombardo cui si riferiscono in modo esplicito. Alle 12.00 gruppi di tre volontari si posizioneranno ciascuno in un punto scelto dalla Mappa e leggeranno il brano corrispondente. Venti minuti per rivivere classici della letteratura apprezzandone la cornice e l’ambientazione in diretta. Leggere la Città è fra iniziative che coinvolgono Milano come Città Creativa: vuole restituire l’immagine della preziosa tradizione editoriale cittadina. Fra gli altri grandi progetti che coinvolgono Milano in quanto Città Creativa, anche Places to Read, il primo gemellaggio letterario sotto patrocinio Unesco, che la collega a Dublino.
info@quartopaesaggio.org

Passeggiata al Monumentale

L’ultimo giorno si apre con la visita a uno dei luoghi più suggestivi di tutta la città: il Cimitero Monumentale. Ben visibile nel piazzale omonimo, ospita le salme di alcune fra le più illustri personalità della storia milanese. Per fare alcuni nomi: Alessandro Mazoni, Arrigo Boito, Carlo Cattaneo, Alda Merini. I volontari del Patto di Milano per la Lettura guideranno i visitatori – massimo 25 – fra le sepolture e leggeranno alcuni fra i brani più significativi per ogni autore scelto. Saranno inoltre descritti gli aspetti storici e artistici dei sepolcri. Per chi fosse interessato, è possibile prenotarsi scrivendo alla mail in calce. Punto di ritrovo sotto il Famedio. Appuntamento domenica dalle 11.00 alle 15.00.
dsc.visiteguidatemonumentale@comune. milano.it

—-

DA NON PERDERE

Il giro di Milano in 90/91 minuti

A Milano Atm è un’istituzione, non solo nel senso che è l’istituzione che si occupa del trasporto pubblico cittadino: specialmente negli ultimi anni, Atm ha lavorato molto sulla propria immagine, con una comunicazione più improntata al passeggero e canali social che invogliano gli utenti dei mezzi pubblici milanesi a scattare foto e postarle sui propri profili con hashtag suggeriti. Una vera e propria opera di fidelizzazione che, dati anche i risultati più che soddisfacenti di iniziative come gli open day presso i principali depositi, risulta essere particolarmente sentita.

ATTORI IN CAMPO • Con l’intento di coinvolgere i passeggeri amanti dei libri e della lettura, Atm e BookCity Milano, manifestazione giunta al suo settimo anno, hanno unito le forze per il ciclo di sette incontri Il giro di Milano in 90/91 minuti, un percorso fatto di storie su Milano che sarà possibile ascoltare proprio dalla viva voce dei protagonisti: Gianni Biondillo, Jean Blanchard, Massimo Bricocoli, Annarita Briganti, Vania Castelfranchi, Danilo Di Biaso, Andrea Fazioli, Luigi Lo Cascio, Oliviero Ponte di Pino, Massimo Rebotti, Alberto Rollo, Marco Rossari, Andrée Ruth Shammah, Cino Zucchi, Matteo B. Bianchi, Paola Briata e molti altri. Inoltre, grazie a Storytel, azienda svedese di audiolibri in streaming appena sbarcata in Italia, saranno disponibili delle cuffie con cui ascoltare tanti altri brani letterari dedicati alla città. Il tutto reso più esclusivo dal fatto che la 90 su cui vi troverete a salire è una storica vettura “Viberti” del 1958 completamente restaurata, che circolerà lungo il tracciato della circonvallazione esterna per le giornate di sabato 17 e domenica 18 novembre.

85 ANNI • Un evento che va a celebrare la storia dei filobus milanese: partiti per la prima volta nel 1933, la allora linea 81 univa piazzale Loreto a piazza Dergano. Qualche anno più tardi la 81 si sarebbe trasformata prima nella linea “Circolare esterna”, poi nella linea 90/91. È possibile partecipare agli incontri solo ed esclusivamente prenotando il proprio posto sul sito di BookCity.

Lavinia M. Caradonna

Tutti gli eventi di BookCity Milano sono a ingresso libero fino a esaurimento posti, salvo differenti indicazioni. Al termine di ogni evento la sala viene svuotata per fare posto a chi è in attesa di entrare all’evento successivo. Alcuni eventi possono subire variazioni di sede, orario e partecipanti. Si consiglia di controllare che data, ora e luogo dell’evento siano confermati su bookcitymilano.it.