23.4 C
Milano
22. 06. 2021 01:08

Buenos Aires, la via dello shopping di Milano continua a perder pezzi

Una situazione mai vista in corso Buenos Aires: un viaggio tra le vetrine dell'arteria commerciale di Milano

Più letti

Corso Buenos Aires è una delle arterie commerciali più grandi d’Europa, ma in questi ultimi mesi sembra che qualcosa tra le sue vetrine sia cambiato radicalmente. Molti degli spazi presenti, circa 25, sono sfitti. Non era mai successo nulla del genere: ogni anno c’è sempre qualche locale che lascia il corso, ma non era mai capitato che non venisse immediatamente rimpiazzato.

La situazione. Partendo da piazza Oberdan e camminando verso le periferia sono tanti i marchi celebri che non hanno più alzato le saracinesche: H&M, Burger King, Moleskine, Marina Militare, Desigual, tutti chiusi.

La pandemia ha bloccato le trattative: non c’è più turnover per gli affitti. I canoni sono altissimi: sulle grandi metrature sfiorano 1 milione di euro . Cifra ormai non più sostenibile in questa fase di crisi economica acuta.

negozi chiusi corso buenos aires milano

Qualche new entry nei prossimi mesi certamente arriverà, ma non basterà a riempire tutte le caselle vuote. I circa 300 commercianti di corso Buenos Aires sono in apprensione e non possono far altro che attendere. La mancanza dei turisti, linfa vitale per queste attività, sta comportando perdite economiche senza precedenti.

«Vanno abbassati i canoni – spiega Gabriel Meghnagi, presidente della rete associativa vie della Confcommercio – perché a maggior ragione in questo momento sono irricevibili». A riattivare il turnover, si augura Meghnagi, «potrebbe essere un’eventuale cedolare secca o la fine dello smart working, che così impostato ha svuotato il corso».

C’è comunque chi si ostina ad esser fiducioso, come Luigi Ferrario, presidente di Real Baires: «Che ci siano disdette e negozi liberi è sotto gli occhi di tutti e nei prossimi mesi ne chiuderanno altri. Ma io sono fiducioso, tra un anno un anno e mezzo ritorneremo alla normalità, soprattutto se le riqualificazioni annunciate andranno in porto».

 

In breve

A Milano un giardino in memoria di Nilde Iotti

Alla presenza dell’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, del Presidente del Consiglio comunale Lamberto Bertolé e dell’assessora alla Cultura...