18.8 C
Milano
23. 06. 2021 05:24

Coronavirus, il bollettino della Regione: altri 76 decessi, ma nuovi letti di terapie intensiva

Più letti

I numeri dei contagi da coronavirus in Lombardia evidenziano una crescita della diffusione della malattia: ci sono 11.685 positivi in Lombardia, con un incremento di 1865, ci sono 4.898 persone ospedalizzate con 463 persone in più. Le persone in terapia intensiva sono 732, con un incremento di 85 e i decessi 966, 76 in più rispetto a ieri. «Il numero di accessi in ospedale è costante e comporta un continuo afflusso di persone e il numero di dimessi (1.660) riesce solo in parte ad alleggerire i presidi ospedalieri – ha spiegato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera -. I letti a disposizione in terapia intensiva per Covid-19 sono 898, continuiamo ad aggiungerne». E ancora: «Lunedì daremo avvio alla sperimentazione del medicinale usato per l’artrite che ha riscontri positivi sui pazienti affetti da coronavirus. Il nostro collega Mattinzoli, ad esempio, sta molto meglio grazie all’utilizzo di questo farmaco, non è un dato scientifico, ma è una bellissima notizia. Infine: «Continuiamo la corsa contro il tempo, stiamo continuando a svuotare gli ospedali con maggiore pressione e portare via pazienti. La macchina è in moto in modo straordinario».

Assunzioni. Sui nuovi innesti: «Ora abbiamo bisogno di persone che entrano a lavorare in una situazione particolare. Notiamo una significativa riduzione di candidati tra chi si presenta e chi alla fine riesce ad entrare nelle aziende ospedaliere. Su 692 persone valutate, ci sono 68 medici e 136 specializzandi. Poi abbiamo 74 medici laureati e 323 infermieri. In gran parte sono già stati destinati agli ospedali. Apprezziamo chi si candida, ma abbiamo bisogno di gente che sul campo ci vada davvero. Prenderemo anche gente dall’estero, a patto ovviamente che siano iscritti all’albo professionale».

Mascherine. «Abbiamo lanciato gare per oltre 21 milioni di mascherine chirurgiche, ne sono state consegnate ad oggi 1,8 milioni e le restanti sono in arrivo entro la fine del mese – ha annunciato l’assessore al Bilancio di Regione, Davide Caparini -. E’ fondamentale proteggere il nostro personale e sanitario, ma dotare di tutti. Stiamo facendo in modo che in tutti i negozi di prima necessità aperti ci siano mascherine». «Purtroppo – ha aggiunto Caparini – le nostre mail sono intasati anche da sciacalli, è una cosa indegna e chiedo di smetterla».

Ospedale. Sul progetto dell’ospedale temporaneo al Portello, il governatore Attilio Fontana: «Nessuno dalla Protezione Civile è stato in grado di fornirci ventilatori e medici. Su quest’ultimi stiamo portando risultati con le assunzioni, ma non abbandoniamo il progetto – ha spiegato -. Abbiamo lanciato una call internazionale per reperire questi ventilatori. Ci proveremo ancora per alcuni giorni, perché è importante realizzare questa struttura a breve. In merito ai respiratori qualcuno ci sta dando risposte, siamo moderatamente ottimisti».

In breve

Corso Buenos Aires, sulle ciclabili si (ri)parte… con polemica

Si può considerare la più controversa realizzazione dell’amministrazione Sala, quella che ha suscitato più polemiche e che ha creato...