7.5 C
Milano
03. 03. 2021 10:31

Covid, in Lombardia la sorpresa “gialla”. Fontana: «Abbiamo lottato per questa vittoria»

Da lunedì la Lombardia passa ufficialmente in zona gialla: soddisfazione e nuove regole

Più letti

Milano, Non una di Meno approda a scuola: «Il rispetto delle donne si impara tra i banchi»

L’8 marzo è vicino e il movimento Non Una Di Meno che si batte contro la violenza sulle donne...

Malika Ayane, una milanese in Riviera: «Milano, sei settantotto città insieme»

Quinta volta, sempre in punta di piedi. Sempre eterea come solo Malika Ayane sa essere. Da Milano a Sanremo...

Arisa, l’ultima donna a vincere il Festival: «Che bello poter fare affidamento su se stessi»

Torna in riviera con una nuova consapevolezza Arisa: Potevi fare di più è il titolo del brano, cucito su...

La Lombardia torna ufficialmente in zona gialla. Con un indice Rt di 0,84 ieri il monitoraggio dell’Iss ha decretato il cambio colore della Regione. Infine la firma del ministro Speranza sulla nuova ordinanza ha sancito il passaggio ufficiale a partire da lunedì 1 febbraio.

Soddisfazione. Dopo le rissa mediatiche che hanno caratterizzato gli ultimi giorni, il Pirellone può tirare un sospiro di sollievo. «Una grande vittoria per tutti i lombardi. Non era un braccio di ferro, perché in ballo c’erano le esigenze delle persone – ha dichiarato il governatore Fontana -. È stata una settimana certamente difficile. Abbiamo lottato perché, come attestano i dati, i lombardi meritano questa riduzione delle restrizioni. Un doveroso e giusto riconoscimento ai tanti sacrifici che hanno compiuto in questi mesi. A tutti però chiedo di continuare comunque a mantenere sempre alta l’attenzione, continuando ad adottare comportamenti virtuosi».

Ecco cosa cambierà per i lombardi a partire da lunedì.

Spostamenti. Si potrà tornare finalmente a muoversi liberamente tra comuni senza l’autocertificazione. Resterà il coprifuoco dalle 22 alle 5 e non sarà possibile andare fuori Regione.

Ristorazione. Bar e ristoranti riapriranno i battenti, ma con orario limitato. Resteranno aperti fino alle 18 con la possibilità di servire esclusivamente al tavolo. Dalle 18 alle 22 sarà invece consentito il servizio d’asporto.

ristoranti milano covid

Negozi. I negozi continueranno a restare aperti secondo gli orari stabiliti dall’ultimo decreto. I centri commerciali e le attività al loro interno continueranno invece a restare chiuse durante i weekend.

Mezzi pubblici. La capienza consentita sui trasporti pubblici continuerà ad essere limitata al 50%.

 

In breve

I Millenials sono già indebitati? Tanti prestiti nel 2020

Come è cambiato il rapporto dei millennials con il mondo del credito al consumo nell’anno della pandemia? Per rispondere...