17.9 C
Milano
07. 05. 2021 11:20

Oggi entra in vigore il primo Dpcm dell’era Draghi: ecco tutte le nuove misure

Un vademecum per "ripassare" le nuove misure che ci accompagneranno fino al 6 aprile

Più letti

Oggi entra ufficialmente in vigore il primo Dpcm dell’era Draghi. Ecco tutte le regole che dovremmo seguire fino al 6 aprile. Il testo, quindi, disciplinerà anche le festività pasquali, salvo nuovi provvedimenti ad hoc che potrebbero arrivare da qui ad aprile qualora il Governo ritenesse necessarie ulteriori restrizioni.

Italia a colori. Nonostante le critiche e le richieste da parte dei governatori di rivedere il sistema delle fasce colorate per il momento non verranno applicate modifiche, se non quella degli interventi mirati affidati direttamente ai governi regionali che abbiamo potuto osservare nelle ultime settimane, anche in Lombardia.

Zona bianca. Si prevede la cessazione delle misure restrittive previste nella zona gialla, anche se continueranno ad essere applicate le misure anti-contagio generali, come l’obbligo di mascherina e mantenere le distanze interpersonali. Restano sospesi gli eventi che comportano assembramenti come fieri, congressi e discoteche.

Scuola. Con il nuovo Dpcm con l’ingresso in zona rossa chiuderanno tutti gli istituti di ogni ordine o grado. La chiusura viene decretata quando a livello locale si superano i 250 contagi ogni 100mila abitanti.

Visite. È possibile recarsi al massimo in due persone (esclusi gli under 14) da parenti o amici. In zona rossa però non è consentito effettuare visite, neanche una volta al giorno come espresso dal precedente decreto.

Coprifuoco. Resta in vigore dalle 22 alle 5.

Spostamento tra regioni. Confermato il divieto di spostamenti tra regioni fino al 27 marzo, ma con ogni probabilità il provvedimento verrà prolungato fino al 6 aprile, data di scadenza del Dpcm.

Seconda casa. È consentito raggiungere la seconda casa, se in zona gialla o arancione, solo dal nucleo familiare. Quindi vietato compiere viaggi verso la seconda abitazione con parenti e amici.

Bar e ristoranti. Continuano a restare aperti fino alle 18 in zona gialla, orario dopo il quale è consentito solo l’asporto e la consegna a domicilio. Nelle zone rosse e arancioni saranno invece previste esclusivamente queste ultime modalità. È stato però eliminato il divieto di vendita delle bevande d’asporto dopo le 18.

Negozi e centri commerciali. Nelle zone rosse saranno aperti solo i negozi di prima necessità, dal quale sono stati esclusi barbieri e parrucchieri. I centri commerciali continueranno a rimanere chiusi nel fine settimana.

Sport. Palestre e piscine contiueranno a rimanere chiuse. Stesso discorso per gli impianti da sci, che in pratica bruciano la stagione sciistica 2020-2021.

Cultura. Cinema e teatri torneranno ad aprire al pubblico, con tutte le regole del caso, a partire dal 27 marzo. A partire da questa data sarà concessa anche la riapertura di mostre e musei nei fine settimana.

In breve

Milano, le Comunali si giocano anche sul tema della maternità: posizioni a confronto

La festa della mamma è l’occasione per considerare come le istituzioni stiano lavorando per agevolare le maternità. Dalle interviste...