festa del papa

Con Margherita Abis dodici idee “milanesi”, dal mattino alla sera, per la Festa del papà a Milano.

ORE 8.30
L’ASSONNATO
Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, la giornata non può che cominciare con una ricca colazione con i fiocchi (non solo d’avena). Per una colazione assortita e golosa, un must milanese che piacerà ai papà più raffinati è la Pasticceria Martesana. Gli chef hanno vinto anche diversi riconoscimenti per i loro dolci freschi, di alta qualità, cucinati con grande approccio estetico e creativo. È possibile trovare torte, mignon dolci e salati, prodotti da forno e molto altro.
Quando: aperto dalle 7.30 alle 20
Dove: Pasticceria Martesana – Via Cagliero 14, Milano
Contatti: 02.66.98.66.34

ORE 9.30
L’ACCULTURATO
Con la pancia piena si ragiona meglio. E adesso che avete nutrito il corpo, potete nutrire anche l’anima dedicando un po’ di tempo a mostre ed esposizioni che avete a un passo da casa ma che ancora non avete avuto l’occasione di visitare. Una di queste può essere A Visual Protest, la mostra dedicata Banksy, non autorizzata dall’artista. La street art e l’attenzione alla realtà urbana potrà essere un ottimo spunto di discussione, soprattutto per i papà più acculturati e moderni
Quando: dalle 9.30 alle 19.30
Dove: Mudec, Museo delle culture – via Tortona 56, Milano
Contatti: 02.5.4917

ORE 11.00
LO SPORTIVO
Vi ricordate, da piccini, quanto ci teneva a portarvi allo stadio? Questa potrebbe essere l’occasione di ricambiare il favore e di portarlo a visitare quel lato di San Siro che (forse) non avete mai approfondito. Ogni giorno lo stadio Giuseppe Meazza organizza tour guidati, alla scoperta di cimeli e di zone inesplorate. Supportati da personale specializzato si ripercorre il vero itinerario dei calciatori, passando dalla zona mista agli spogliatoi di Inter e Milan; si attraversa il famoso tunnel d’entrata al campo, in fondo al quale si aprirà la vista più emozionante e magica della “Scala del Calcio”.
Quando: dalle 9.30 alle 17.00
Dove: Stadio Giuseppe Meazza, Piazzale Angelo Moratti
Contatti: sansiro.net

ORE 13.00
IL CLASSICONE
È una scena vista in ogni film e rappresenta fin dalla notte dei tempi il modo in cui padre e figlio riescono a legare. Magari senza dirsi una sola parola, ma soltanto facendosi cullare dal dondolio delle acque e da un po’ di sano spirito competitivo. Ebbene sì, anche a Milano è possibile pescare. Il Lago dei Cigni è un’oasi incontaminata immersa nel verde, dove si può praticare la pesca sportiva, con un servizio dedicato anche ai principianti, e addirittura fermarsi a grigliare. In questo modo, avrete il pranzo assicurato.
Quando: dalle 8.00 alle 20.00
Dove: Oasi Lago dei Cigni – via Guascona, Milano
Contatti: 333.30.11.849

ORE 15.00
IL RILASSATO
Satolli di buon pesce fresco e con fisco piacevolmente affaticato dall’attività, non vi resta che concedervi un po’ di sano relax. E si sai, i padri si rilassano soprattutto con una buona birra in mano. Quindi, prima di riprendere il cammino, fermatevi un momento. Fategli scoprire tutti i segreti e i sapori delle birre artigianali. Al birrificio di Lambrate potrete degustare quelle prodotte utilizzando rigorosamente soltanto acqua, malto d’orzo, luppolo e lievito. Gusto originale, note gradevoli e qualità garantita
Quando: dalle 12.00 alle 02.00
Dove: Via Camillo Golgi, 60
Contatti: 02.84.96.18.90

ORE 15.30
IL BORGHESE
Toglietevi lo sfizio di una bella partita a golf con vostro padre, una delle attività più classiche da svolgere col vostro vecchio. Se non siete dei campioni, non temete: una partita a questo sport può offrire soddisfazioni a chiunque, perché potrete approfittarne per passeggiare nel verde, scambiare quattro chiacchiere e cimentarvi in uno sport “altolocato”. Il Golf Club Milano, ad esempio, è aperto ai soci ma anche agli ospiti e propone percorsi ad hoc
Quando: su prenotazione
Dove: Golf Club Milano – Viale Mulini S. Giorgio 7 – Parco Reale di Monza, Biassono
Contatti: 039.30.30.81/82

ORE 16.30
IL GIOCHERELLONE
Da piccoli era lui a portarvi in giro per sale giochi, ma ora è il vostro momento. Certe passioni non finiscono mai e quella dei padri per le sfide e il gioco è una passione veramente senza fine. Un evergreen è ovviamente il bowling, che coniuga tecnica e divertimento ed è l’ideale per stare in famiglia. Si può optare per l’Europark Idroscalo, il cui parco ha appena riaperto i battenti per la bella stagione. È disponibile un nuovo e moderno bowling ad 8 piste, perfetto per ogni esigenza
Quando: dalle 16.00 all’01.00
Dove: Europark Idroscalo – Via Rivoltana 64, Segrate
Contatti: europarkmilano.com

ORE 17.00
IL CACCIATORE DI TESORI
Per i papà con figli più piccoli, sempre al Mudec, c’è un’iniziativa realizzata appositamente per celebrare questa giornata di festa. Dalle 17.00 alle 18.30, per la Festa del Papà è in programma il laboratorio “Possiamo diventare piccoli esploratori?”. Si tratta di una caccia al tesoro con prove di abilità e giochi di destrezza per papà e bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni. Il costo è 10 euro a persona e ciascun adulto può portare fino a 3 bambini.
Quando: dalle 17.00 alle 18.30
Dove: Mudec, Museo delle culture – via Tortona 56, Milano
Contatti: 02.54.917

ORE 18.30
L’ADRENALINICO
Può essere utile per abituarvi a fare squadra con i vostri papà e rinsaldare il rapporto a suon di rincorse e risate. Armati di corpetti e fucili laser, darete vita a uno sparatutto senza eguali. Il lasergame è un gioco adatto a tutte le età e ancora più divertente in famiglia. Un misto di sport e adrenalina che permette di vivere in prima persona quello che normalmente si vede solo nei videogiochi. Le sessioni durano pochi minuti, quindi potete prevedere una breve toccata e fuga. Ma non ve ne pentirete
Quando: dalle 15.00 all’01.00, su prenotazione
Dove: LaserGame Milano – via Mecenate 77, Milano
Contatti: lasertagmilano.com

ORE 19.00
IL VIGNAIOLO
Avete avuto la birra, ma ora tocca al vino. Degustare un buon bicchiere in compagnia del proprio papà ci fa sentire adulti e più che mai vicini a lui. Davanti a un calice, tra finger food e bollicine, sarete liberi di affrontare insieme qualunque argomento, di brindare al vostro legame e a questo giorno di festa. Ottimi vini all’ombra della Madonnina vengono serviti da Enoteca Naturale, che oltre a trattare prodotti di qualità si occupa anche di tematiche di inclusione sociale
Quando: dalle 17.30 alle 23.00
Dove: Enoteca Naturale, via Santa Croce 19, Milano
Contatti: 02.82.77.05.89

ORE 20.00
IL VIRILE
Una chicca per veri uomini, che non potrete perdervi. Dopo una breve aperitivo vinicolo, è giunto il momento di godersi la cena. E per la festa del papà, il pasto finale dev’essere adeguato al vostro supereroe, che non potrà che apprezzare un buon piatto di carne argentina. Se volete provare, a Milano c’è il ristorante Don Juan, che propone materie prime selezionate dai migliori allevamenti e garantisce provenienza e gusto. Gli amanti dei vini, potranno abbinare alla carne degustazioni guidate
Quando: dalle 19.30 alle 00.30
Dove: Don Juan – via Altaguardia 2, Milano
Contatti: ristorantedonjuan.com

ORE 22.00
IL CINEFILO
La classica chiusura in bellezza di una giornata perfetta non può che essere al cinema: un film, specie se guardato con il vostro migliore amico, non delude mai. Dopo una giornata trascorsa a chiacchierare, stare in silenzio, meditare, correre e fare sport di ogni genere, sprofondate su una poltrona davanti ad un maxischermo e scegliete la vostra pellicola preferita. La programmazione in questi giorni accontenta gli amanti di ogni genere: horror, commedia, thriller e d’autore. Dalle 22.00, all’Uci Bicocca, trovate Green Book, Escape Room, Modalità Aereo, Ancora auguri per la tua morte e Captain Marvel
Quando: fino alle 23.50
Dove: Uci Bicocca – viale Sarca 336, Milano
Contatti: ucicinemas.it

A mio padre
di Camillo Sbarbaro

Padre, se anche tu non fossi il mio
padre, se anche fossi un uomo estraneo
per te stesso egualmente t’amerei.
Ché mi ricordo d’un mattin d’inverno
che la prima viola sull’opposto
muro scopristi dalla tua finestra
e ce ne desti la novella allegro.
Poi la scala di legno tolta in spalla
di casa uscisti e l’appoggiasti al muro.
Noi piccoli stavamo alla finestra.

E di quell’altra volta mi ricordo
che la sorella mia piccola ancora,
per la casa inseguivi minacciando
(la caparbia avea fatto non so che).
Ma raggiuntala che strillava forte
dalla paura ti mancava il cuore:
ché avevi visto te inseguir la tua
piccola figlia e, tutta spaventata
tu vacillante l’attiravi al petto,
e con carezze dentro le tue braccia
l’avviluppavi come per difenderla
da quel cattivo che era il tu di prima.

Padre, se anche tu non fossi il mio
Padre, se anche fossi un uomo estraneo,
fra tutti quanti gli uomini già tanto
pel tuo cuore fanciullo t’amerei.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/