17.3 C
Milano
27. 10. 2021 19:56

Milano, l’indiscrezione del Fatto Quotidiano: Giancarlo Tancredi non può essere assessore

Neanche il tempo di partire ed ecco i primi problemi per la nuova giunta: il neo assessore all'Urbanistica rischia già il posto

Più letti

Neanche il tempo di partire che la macchina della nuova giunta comunale di Milano si inceppa nella prima grana. Il problema, secondo quanto riportato dal Fatto Quotidiano, riguarderebbe la posizione di Giancarlo Tancredi, il neo assessore all’Urbanistica. Secondo una sentenza dell’Anac del 2018 un responsabile di Area del Comune non può ricoprire anche il ruolo di assessore.

Giancarlo Tancredi e l’incompatibilità del suo ruolo: cosa accadrà?

La norma recita così: «La sussistenza di una situazione di incompatibilità […] tra l’incarico di responsabile di area in un ente locale […] e quello di assessore in un Comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti». Un testo che non lascia molto spazio alle interpretazioni.

giancarlo tancredi

Giancarlo Tancredi ricopriva già durante la prima amministrazione Sala il ruolo di direttore dell’Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree. In pratica è lui l’uomo che ha messo le firme sui progetti che cambieranno il volto di Milano nei prossimi anni: dal restyling dell’Ex Pirellino al ripensamento dei vecchi scali ferroviari. È stato anche uno dei protagonisti della diatriba tra Comune e Milan e Inter sulla realizzazione del nuovo San Siro esprimendo ripetutamente un parere tecnico negativo sui progetti presentati.

Proprio questo suo ruolo di direttore è però incompatibile con la nomina ad assessore. Cosa succederà ora? Per il momento, come riportato sempre dal Fatto Quotidiano, Giancarlo Tancredi non vuole rispondere sulla questione. Dall’entourage di Palazzo Marino però fanno sapere che non è questa la fattispecie in cui può essere applicata la sentenza dell’Enac.

In breve

Ddl Zan giunge alla fine, a darne il triste annuncio l’ironia di Taffo

Sulla prematura scomparsa del Ddl Zan dopo lo stop di oggi in Senato, causato dalla "tagliola" che ha ucciso...