19.8 C
Milano
01. 08. 2021 09:29

Il lockdown “anomalo” di Milano tra critiche e pochi controlli

Il weekend appena trascorso non è brillato per il rispetto delle regole. Ed i controlli?

Più letti

Lo possiamo chiamare veramente lockdown? Dalle immagini del weekend a Milano sorge qualche dubbio: complice anche le belle giornate i parchi sono diventati la meta prediletta dei milanesi nell’ultimo fine settimana. Ma i controlli?

Lockdown anomalo. Ebbene sì, nonostante le restrizioni non siano stringenti come quelle della primavera, pare che i milanesi non siano stati completamente rispettosi delle nuove misure. Dall’altro canto anche i controlli dalla polizia locale non sembrano essersi intensificati come previsto.

Nella giornata di ieri il lavoro dei vigili si è limitato più che altre a far alzare le persone che sostavano sulle panchine dei parchi della città. Voci più preoccupanti arrivano invece dalla periferia, dove qualche residente ha denunciato la presenza di bar aperti nonostante il divieto.

martesana milano

Scontro politico. Il lockdown anomalo accende anche il dibattito politico. Mentre da un lato il sindaco Sala posta una foto della casa al mare ed invita i concittadini a restare a casa nell’attesa di poter tornare finalmente a circolare liberamente, dall’opposizione arrivano dure critiche.

Il consigliere comunale De Chirico ha così commentato la situazione: «Gli inviti di Sala a rispettare le disposizioni ministeriali sono puntualmente caduti nel vuoto. I commercianti, giustamente, si lamentano che loro devono tener chiuso, mentre un gran numero di milanesi pare non essersi accorto della gravità della situazione. E il sindaco non è da meno perché non ha intensificato i controlli».

In breve

Olimpiadi, l’Italia ha una nuova freccia: Marcell Jacobs segna il record italiano nei 100 metri

Marcell Jacobs entra prepotentemente nella storia dell'atletica leggera italiana segnando un nuovo primato nazionale nei 100 metri alle Olimpiadi...