15.8 C
Milano
06. 05. 2021 12:42

Lombardia, giorni di attesa: si torna in arancione? Fontana: «Con le aperture i dati peggiorano»

Sale l'attesa per il nuovo monitoraggio sui dati epidemiologici che determinerà il nuovo colore lombardo: giallo o arancione?

Più letti

Tra circa 24 ore la Lombardia saprà il suo destino. Domani, come consueto ogni venerdì, il monitoraggio dell’Iss determinerà i nuovi colori per le Regioni italiane. Dal Pirellone restano col fiato sospeso e la speranza incollato al filo sottile dell’indice Rt. Con la comparse delle tanto temute varianti, i parametri sono oscillati ed i numeri si avvicinano sempre più al valore 1.

La situazione. Nonostante tutto i contagi nell’ultima settimana non sono aumentati significativamente. Dagli 11.946 della scorsa settimana si è passati a 13.714. Il governatore Attilio Fontana aspetta la conferma della cabina di regia: «Spero che non si debba ritornare in arancione. Ormai però è un dato acquisito che con le chiusure i dati migliorano e con le aperture peggiorano».

Si cerca di scongiurare il ritorno in arancione perché il cambio tonalità vorrebbe dire nuove misure restrittive e soprattutto una nuova serrata per bar e ristoranti, una categoria che si sta trasformando in una vera e propria “bomba ad orologeria” di rabbia sociale.

Tuttavia se da un lato ci sono possibilità per la riconferma della zona gialla, dall’altro ci sono segnali che portano nella direzione opposta: nella provincia di Milano, ultimamente con valori più bassi del resto della Regione, l’Rt da qualche giorno si attesta a 1,08. A sentire il Politecnico, che da mesi calcola, raramente sbagliando, la stima dell’Rt, la Lombardia sarebbe a quota 1,04.

Non resta che attendere, incrociando le dita, il monitoraggio previsto per domani, venerdì 19 febbraio.

In breve

Milano, voglia di prima casa: il Recovery spinge i mutui

Non c’è ancora l’effetto “rimbalzo” dopo le dichiarazioni di Mario Draghi relative alle misure a sostegno dei giovani che...