2.3 C
Milano
17. 01. 2021 13:34

In Lombardia mezzo milione di contagi da inizio pandemia: la curva torna a crescere

Nel frattempo proseguono le vaccinazioni a ritmo serrato: la situazione

Più letti

Vittorini occupato, gli studenti incontrano il sindaco. Sala: «Perchè si può andare a fare shopping e non a scuola?»

Come promesso, il sindaco Sala ha incontrato questa mattina i ragazzi del liceo Vittorio Veneto, occupato da ieri. Ad...

Zona rossa, è guerra dei numeri tra Governo e Lombardia: i dati dell’ultimo mese

È scattata ufficialmente la guerra dei dati tra Regione Lombardia e il governo. Fontana si appresta a preparare il...

Piazza Trento, il restyling che non piace al Municipio 5: ancora uno stop al progetto

Piazza Trento è al centro di riqualificazione dei progetti dello ex scalo ferroviario di Porta Romana. Il suo restyling...

Nella giornata di ieri si è superato il mezzo milione di lombardi contagiati ufficialmente da inizio pandemia. Tutt’oggi sono ancora 50.523 i positivi che si trovano in isolamento domiciliare. Un numero impressionante, ma in netto calo rispetto agli 80mila presenti il mese scorso.

La curva. Tuttavia non c’è da stare particolarmente tranquilli. Come aveva già annunciato il direttore dell’Ats Walter Bergamaschi prima di Natale, e poi confermato dalle parole di Fontana ieri, l’indice Rt sta tornano a crescere.

Tutte le speranze sono riposte nei vaccini della Pfizer. In Lombardia le vaccinazioni stanno continuando a ritmi serrati con gli ambulatori aperti anche 10 ore al giorni. Secondo i dati dovrebbero essere state inoculate circa il 45% delle 153mila dosi consegnate dalla Pfizer. Per oggi si attendono altre 80mila dosi circa.

Abbastanza per andare avanti un’altra settimana a somministrare le prime dosi, mentre con i richiami si partirebbe dopo il 20, quando dovrebbero arrivare altre 93mila dosi. Tra i vaccinati anche 529 ospiti e 829 operatori del Trivulzio, la quasi totalità dei presenti.

Una nuova speranza. La Lombardia attende anche l’arrivo del vaccino italiano Moderna. Il primo carico previsto in questa settimana in tutta Italia è di 47mila dosi, al quale se ne aggiungerà un altro da 66mila dosi entro il 25 gennaio. L’azienda garantisce che entro due mesi saranno consegnato oltre 700mila dosi. Ma quante saranno destinate alla Lombardia?

Da Roma trapelano voci che indicano che saranno privilegiate le regioni virtuose come la Campania che in due settimane ha esaurito le sue scorte di vaccino. In Lombardia, nonostante i nuovi proclami della Moratti, le inoculazioni effettuate non sono neanche la metà del totale.

In breve

Piazza Trento, il restyling che non piace al Municipio 5: ancora uno stop al progetto

Piazza Trento è al centro di riqualificazione dei progetti dello ex scalo ferroviario di Porta Romana. Il suo restyling...

Potrebbe interessarti