25.3 C
Milano
17. 06. 2021 01:17

Milano, racconto della prima notte di coprifuoco

A Milano scatta l'ora "X": il video della prima notte di coprifuoco

Più letti

«Stiamo per avere la battaglia di Milano», aveva dichiarato nella giornata di ieri il professor Massimo Galli dell’ospedale Sacco. E molto probabilmente questa battaglia inizia proprio da qui, dalla prima notte di coprifuoco. Mi-Tomorrow è sceso tra le strade di Milano per documentare come la città si è preparata all’ora “X”.

Ore 22.40.  La nostra telecamera si ferma sui Navigli. Ormai sono rimaste poche persone in giro. I camerieri degli ultimi locali ancora aperti si affrettano a ritirare le sedie dei propri dehors. Qualche rider spinge le gambe più veloci sulla propria bici per concludere l’ultima consegna: il coprifuoco non fa eccezioni neanche per loro.

Gli ultimi passanti camminano alla spicciolata verso le proprie abitazioni. Si guardano intorno un po’ disorientati come se non volessero veramente credere a questa nuova realtà. Ma a confermar loro che tutto ciò non è solo un brutto sogno ci sono gli immancabili “ghisa”, già posizionati con le proprie volanti sulle principali arterie a controllare la situazione.

Ore 23. I lampioni restano ad illuminare le strade vuote. Gli agenti della Polizia locale camminano in piccoli gruppi lungo i Navigli. Di persone non se ne vedono più. In lontananza solo il rumore degli ultimi autobus che tornano verso i depositi. Questa è la Milano da coprifuoco. La Milano pronta ad affrontare una delle battaglie più dure della sua storia.

In breve

Focolaio Covid, la palestra di Città Studi chiude per una settimana

Il focolaio scoppiato nella palestra di Città Studi a Milano sta tenendo alta l'attenzione su una nuova possibile diffusione...