3.2 C
Milano
03. 12. 2020 17:56

Milano, racconto della prima notte di coprifuoco

A Milano scatta l'ora "X": il video della prima notte di coprifuoco

Più letti

“Aquile randagie”, un documentario per ricordare il gruppo ribelle di scout milanesi

Nel gennaio 1927 Mussolini decretò lo scioglimento dei reparti scout, affidando la disciplina muscolare dei giovani italiani all'Opera Barilla....

Milano, senza pendolari i treni regionali diventano terra di nessuno: ubriachi e senza mascherina. Il video

La situazione di degrado sui treni regionali è preoccupante. Senza impiegati e studenti costretti a casa dalle restrizioni dell'ultimo...

Milano, Sant’Ambrogio rivive sui muri della città

Tra pochi giorni si celebrerà il santo patrono di Milano, Sant'Ambrogio. La città ha voluto omaggiarlo con un grande...

«Stiamo per avere la battaglia di Milano», aveva dichiarato nella giornata di ieri il professor Massimo Galli dell’ospedale Sacco. E molto probabilmente questa battaglia inizia proprio da qui, dalla prima notte di coprifuoco. Mi-Tomorrow è sceso tra le strade di Milano per documentare come la città si è preparata all’ora “X”.

Ore 22.40.  La nostra telecamera si ferma sui Navigli. Ormai sono rimaste poche persone in giro. I camerieri degli ultimi locali ancora aperti si affrettano a ritirare le sedie dei propri dehors. Qualche rider spinge le gambe più veloci sulla propria bici per concludere l’ultima consegna: il coprifuoco non fa eccezioni neanche per loro.

Gli ultimi passanti camminano alla spicciolata verso le proprie abitazioni. Si guardano intorno un po’ disorientati come se non volessero veramente credere a questa nuova realtà. Ma a confermar loro che tutto ciò non è solo un brutto sogno ci sono gli immancabili “ghisa”, già posizionati con le proprie volanti sulle principali arterie a controllare la situazione.

Ore 23. I lampioni restano ad illuminare le strade vuote. Gli agenti della Polizia locale camminano in piccoli gruppi lungo i Navigli. Di persone non se ne vedono più. In lontananza solo il rumore degli ultimi autobus che tornano verso i depositi. Questa è la Milano da coprifuoco. La Milano pronta ad affrontare una delle battaglie più dure della sua storia.

In breve

“Aquile randagie”, un documentario per ricordare il gruppo ribelle di scout milanesi

Nel gennaio 1927 Mussolini decretò lo scioglimento dei reparti scout, affidando la disciplina muscolare dei giovani italiani all'Opera Barilla....

Milano, senza pendolari i treni regionali diventano terra di nessuno: ubriachi e senza mascherina. Il video

La situazione di degrado sui treni regionali è preoccupante. Senza impiegati e studenti costretti a casa dalle restrizioni dell'ultimo Dpcm, i vagoni si sono...

Milano, Sant’Ambrogio rivive sui muri della città

Tra pochi giorni si celebrerà il santo patrono di Milano, Sant'Ambrogio. La città ha voluto omaggiarlo con un grande murales in fase di completamente...

Dopo 74 anni il ritorno a casa: ritrovato lo stemma del museo Poldi Pezzoli

Il Museo Poldi Pezzoli riabbraccia il monumentale stemma gentilizio Poldi Pezzoli realizzato in bronzo dall'artista lombardo Lodovico Pogliaghi, tra il 1875 e il 1880. Il...

Lavoratori dello spettacolo sotto Palazzo Lombardia: «Stanchi di non essere essenziali»

C'è chi non ce la fa più a sentirsi etichettato come "settore non essenziale". Stiamo parlando dei teatri, dei musei, delle sala da concerto...

Potrebbe interessarti