26.1 C
Milano
01. 08. 2021 17:07

Milano, sgozzato per una rapina in centro: spunta una nuova pista

Sala e Fontana chiedono maggiori controlli a Milano: nel frattempo spunta una nuova pista sull'omicidio del ginecologo

Più letti

L’omicidio avvenuto ieri pomeriggio in via Macchi, vicino alla stazione Centrale, ha scioccato Milano. Il sindaco Sala ha chiesto un incontro urgente al Prefetto per valutare la situazione.

L’omicidio.  Stefano Ansaldi, nato a Benevento e residente a Napoli dove esercitava la professione di ginecologo, probabilmente era occasionalmente nel capoluogo lombardo: verso le 18 stava passeggiando all’angolo fra via Scarlatti all’angolo con via Mauro Macchi, sotto un’impalcatura di un palazzo coperta da teli di plastica. Qui è stato aggredito: è stramazzato per terra, in una pozza di sangue, con una profonda ferita alla gola.

omicidio ginecologo milano

Il sindaco Sala, anch’egli colpito dall’episodio di sangue, chiede un’intensificazione dei controlli in città: «Chiederò al Prefetto un incontro per valutare la situazione e prendere le decisioni necessarie per rafforzare la presenza delle forze dell’ordine – ha dichiarato -. L’omicidio in via Macchi è un fatto grave e per prima cosa esprimo sentite condoglianze alla famiglia della vittima. Siamo a disposizione dell’Arma dei Carabinieri che ha da subito avviato una accurata indagine per ricostruire i fatti a partire dall’analisi delle immagini delle telecamere e del contesto nel quale si è consumata l’aggressione».

Anche il governatore Fontana ha espresso alcune parole per ricordare il ginecologo brutalmente ucciso. «Sono certo che le forze dell’ordine garantiranno alla giustizia chi ha commesso un crimine tanto efferato, ma quanto accaduto in una zona centrale di Milano – ha dichiarato – deve indurre tutti a mantenere alta la guardia sul tema della sicurezza che, come sostengo da sempre, può essere garantita solo da un importante e concreto incremento della presenza delle “divise” in ogni zona delle città.

Ultimi aggiornamenti.  Si raffredda la pista dell’omicidio in seguito alla tentata rapina.  Secondo quanto trapelato da alcune fonti della Polizia, l’uomo sarebbe venuto a Milano per incontrare qualcuno. Non si sa di chi si tratti, ma si pensa che il brutale omicidio sia scaturito da una discussione.

Ci sono alcuni dubbi sulla motivazione iniziale secondo cui il ginecologo fosse in città per incontrare la sorella. Quest’ultima era in procinto di partire per la Campania per trascorrere con la famiglia le feste natalizie.

 

In breve

Covid, crescono i contagi: come stanno gli ospedali di Milano?

Il 21 luglio scorso gli ospedali di Milano e della Lombardia hanno raggiunto il loro punto più basso: i...