Le piste chiuse dell’aeroporto di Linate, che riaprirà tra poco meno di tre settimane, torneranno ad animarsi domani e domenica con il MilanoLinateShow: una due giorni, dalle 10.00 alle 23.00, tra performance musicali, spettacoli di cabaret, laboratori per bambini, mostre, esposizioni, sport e divertimento.

 

Air Show. Tra gli eventi imperdibili ci sarà l’Air Show 2019, uno degli spettacoli aerei più prestigiosi del mondo, organizzato e curato da Aero Club Milano, che vedrà esibirsi le migliori pattuglie aeree e performer italiani ed europei campioni nelle loro specialità acrobatiche che riempiranno con manovre mozzafiato il cielo sopra l’aeroporto.

Air Show a Linate
Air Show a Linate

Domenica dalle 14.30 alle 17.30 (sabato, dalle 14.30 alle 17.30 si potrà assistere alle prove generali) lo spettacolo suggestivo terrà con il naso all’insù tutti gli spettatori che potranno vedere anche il programma acrobatico completo, per la prima volta in assoluto su Milano, della Pattuglia Acrobatica Nazionale, le nostre “Frecce Tricolori”.

Per l’occasione, inoltre, l’Aeronautica Militare e l’Aero Club Milano esporranno alcuni aerei storici, tra i più rappresentativi della storia del volo, sulla pista minore dell’aeroporto.

Rockin’1000. Un grande spettacolo internazionale concluderà, alle 20.00, la giornata di sabato: due ore di musica che ripercorreranno i brani iconici che hanno fatto la storia del rock con una edizione speciale di That’s Live, il concerto di Rockin’1000, la più grande rock band del mondo appena rientrata in Italia dopo il grande successo ottenuto in Francia e Germania. Formata da mille elementi provenienti da tutto il mondo, Rockin’1000 vede suonare all’unisono dilettanti e professionisti, di tutte le età e formazioni musicali.

Con Manuel Agnelli e i Subsonica quali Special Guest, sarà il tema “No Borders, on Board” a consacrare il viaggio di coloro che credono in un mondo senza frontiere o confini, in uno spazio inusuale – l’aeroporto – luogo deputato alle partenze e agli arrivi, agli incontri e agli scambi tra persone, etnie e culture diverse.

Aquiloni e cibo. Il weekend di Linate ospiterà anche il Festival del volo che tornerà a Milano con una serie di attività suggestive: dall’esposizioni di aquiloni giganti ai laboratori per realizzarli dedicati ai bambini, dal divertente bubble football alla possibilità di vedere Milano dall’alto a bordo di una mongolfiera.

E per i bambini domenica pomeriggio ci sarà anche il concerto di Cristina D’Avena col meglio del repertorio delle canzoni dei cartoni animati. Ma MilanoLinateShow sarà anche food con l’Urban Lake Street Food Festival. Ad ingresso gratuito, ai lati della pista, un’area ad hoc ospiterà settanta food truck provenienti da tutta Europa che offriranno un’ampia e variegata scelta gastronomica con ricette tipiche delle differenti culture culinarie del mondo.

Obiettivo: ospitare per il più grande street food festival mai realizzato in Europa, con dodici punti bar e sei aree lounge. I pagamenti saranno cashless, con sistema token con sette casse dislocate lungo il percorso per il cambio moneta.

Info. È previsto un biglietto giornaliero che darà accesso a tutti gli eventi, ad un costo di 20 euro (più prevendita). Per l’accesso e un posto sulle tribune il costo sale a 40 euro (più prevendita). I biglietti sono disponibili su ticketone.it, mentre il programma completo è su milanolinateshow.it. Per chi vorrà assistere alle prove generali di domani e all’Air show di domenica, è prevista un’area gratuita adiacente a quella di MilanoLinateShow con accesso libero fino ad esaurimento posti.

I NUMERI DEL WEEKEND

700.000
i metri quadri dell’area dell’evento

250.000
le presenze previste nei due giorni

150.000
i posti ad accesso libero per assistere all’Air Show di domenica

10.600
i posti in tribuna per assistere a tutti gli spettacoli in programma

1.500
gli addetti che lavoreranno all’evento

70
i food truck provenienti da ogni parte d’Europa

26
le ore di spettacoli e intrattenimento

18
gli aerei esposti

COME ARRIVARE

M3 San Donato con servizio navetta 9-24

In bus dalla Stazione Centrale di Milano, Fieramilanocity, Fieramilano (Rho-Pero) e aeroporto di

Milano Malpensa.

Linee S5-S6-S9 Stazione Milano Forlanini, poi collegamento con bus 73

Parcheggi con prenotazione obbligatoria su linateairshow.parkforfun.com

«Un sogno che diventa realtà»
Zaffagnini (Rockin’1000): «Aspettatevi l’incredibile»

Milena Sicuro

Fabio Zaffagnini
Fabio Zaffagnini

Fabio Zaffagnini è l’organizzatore del grande concerto Rockin’1000. E l’attesa si fa spasmodica: «Parteciperanno circa 1.200 musicisti provenienti da 30 Paesi».

Qual è la particolarità?
«Un grande appuntamento live con diciotto brani in scaletta e il tutto sarà concentrato in una immensa area, grande quanto un campo da calcio, racchiusa, però, dentro l’aeroporto di Linate».

Quando è nata l’organizzazione?
«La preparazione è nata alcuni mesi fa con l’idea di suonare in una location tanto anomala quanto impossibile da pensare effettivamente. Si tratta di un evento unico nel suo genere e tutti coloro che suoneranno non vedono l’ora di poter condividere il palco con i loro idoli – artisti del calibro di Manuel Agnelli e Subsonica, per citarne alcuni, e oggi questo sogno diventa realtà».

Come è proseguita poi la costruzione dell’evento?
«Dopo quattro anni di esperienze in Italia e all’estero, siamo abbastanza rodati dal punto di vista tecnico per quanto riguarda l’organizzazione di eventi. Abbiamo messo in atto tutte le nostre forze e competenze e siamo molto confidenti per quello che riguarda il risultato che, siamo sicuri, sarà incredibile»

Avete riscontrato difficoltà dal punto di vista logistico?
«Non così tante. L’aeroporto di Linate ci ha dato una grossa mano, aprendo alcuni spazi che solitamente non sono aperti al pubblico».

Quali sono le vostre aspettative?
«Puntiamo ad avere almeno diecimila spettatori, un risultato senza dubbio importante, che generalmente riescono a raggiungere solo i grandi nomi della musica».

«Un momento storico per la città»
Giuffrida (Aeroclub Milano): «Un evento perfetto»

Antonio Giuffrida
Antonio Giuffrida

«Il volo ricoprirà un aspetto fondamentale di questo grande evento». Così Antonio Giuffrida, presidente dell’Aeroclub Milano, racconta i preparativi dell’Air Show, in programma domenica pomeriggio, con prove generali domani.

Che effetto fa pensare alle Frecce Tricolori nel cielo di Milano?
«È un momento storico per la città perché sono trascorsi tanti anni (circa sessanta) dall’ultima esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale nei cieli milanesi».

Quali sono le altre “chicche”?
«Ad intrattenere il pubblico ci saranno anche gli aerei dell’Aereoclub di Milano, la nostra pattuglia civile acrobatica, insieme a tutti gli ospiti della manifestazione provenienti da tutta Europa».

Milano è la sede ideale per un evento del genere?
«Il carattere internazionale di questo evento riflette e rispecchia alla perfezione la natura cosmopolita di Milano, è una città aperta, pronta a dare possibilità a tutti. Da catanese, mi sento ospite di questa città, che mi ha reso, però, milanese a tutti gli effetti». MiS


www.mitomorrow.it