9.1 C
Milano
21. 04. 2021 07:53

Per ogni gusto: corsi in città per grandi e piccoli aspiranti chef

Più letti

C’è una tendenza che a Milano, come nel resto d’Italia, sta prendendo sempre più piede: improvvisarsi chef per mettere a tavola amici e parenti con menu al passo coi tempi. Ma poi c’è il passo successivo: appassionarsi alla cucina e fare di un hobby un vero e proprio mantra, con tanto di pranzi e cene preparati con passione e dovizia di particolari. Un po’ come avviene per l’abbonamento alla palestra, immancabile dopo le vacanze estive e in vista delle festività di fine anno, ecco spuntare corsi di cucina di ogni tipo. Nella città più modaiola d’Italia, le scuole di specializzazione si sbizzarriscono in proposte davvero originali, con l’occhio sempre puntato sulla tradizione culinaria nostrana. Mi-Tomorrow ha selezionato dieci realtà per soddisfare gusti e curiosità italiane e internazionali.

L’ISTITUZIONE

La scuola de La Cucina Italiana è un vero e proprio punto di riferimento per chi cerca corsi. Si va dalle lezioni di base a proposte più originali, con programmi dedicati alla tradizione regionale italiana ad altri più internazionali, come quelli per imparare a realizzare i ravioli cinesi. Tra le “chicche” alcune serate a tema sul Natale: dalla preparazione del cenone alla preparazione di biscotti tematici.
Via San Nicolao 7, Milano
Tel. 02.49.74.80.04
scuola.lacucinaitaliana.it/corsi/

EATALY E SLOW FOOD

Anche Eataly Smeraldo ha un programma di corsi variegate, per grandi e piccoli, spesso declinato in bade alla stagionalità. Ecco perché gli appassionati di funghi e castagne troveranno subito pane per i loro denti. Una parte delle lezioni è realizzata in collaborazione con Slow Food. Il prossimo 18 ottobre non perdete il corso dedicato alla cucina valtellinese.
Piazza XXV Aprile 10, Milano
Tel. 02.49.49.73.01
eataly.net

PERFETTI COME L’UOVO

Idee, talento e passione per la cucina si mixano in Farm 65, un nuovo luogo dove si sperimenta e ci si diverte ai fornelli. In particolare, il nome prende il numero dalla temperatura perfetta dell’uovo, 65 gradi, per renderlo morbido e cremoso. Insomma, una scuola dove si punta alla perfezione, ma ci si può sbizzarrire con lezioni di ogni genere: il 23 ottobre ce n’è una per gli amanti della zucca.
Alzaia Naviglio Pavese 260, Milano
Tel. 02.84.67.306
farm-65.com

NON SOLO SUSHI

Spesso la cucina giapponese è associata al sushi. Ma i piatti del Sol Levante possono sorprendere, tra ram e okonomiyaki, con una varietà di street food da far impallidire gli amanti dei cartocci italiani. Il Centro Tozai organizza corsi di cucina giapponese tutto l’anno, sviluppati in un’unica giornata da cinque ore. A tenere le lezioni è Tatsumoto Katsuya (Tozai), originario della provincia di Kyoto.
Piazza Bottini 2, Milano
Tel. 329.30.63.949
tozai.it

CUOCHI E MANAGER

La cucina a 360 gradi è nel programma formativo di Food Genius Academy, altra scuola specializzata in corsi per ogni esigenza, con sedi a Milano e Bologna. Le lezioni spaziano da tecniche di base per principianti a quelle specifiche per pasta fresca, dessert, carni e addirittura salse. Si spazia anche nella formazione di manager della ristorazione con corsi sul corretto monitoraggio dell’andamento di un’azienda del settore.
Viale Col di Lana 6, Milano
Tel. 02.36.51.82.86
foodgeniusacademy.com

ONORE AL MAESTRO

Tra le ultime scuole nate a Milano c’è l’Accademia Gualtiero Marchesi, dedicata al celebre chef italiano scomparso lo scorso 26 dicembre. Le lezioni sono nel segno delle ricette ideate e tramandate dal più grande cuoco del nostro Paese, maestro di tanti tra i più celebri chef oggi sulla cresta dell’onda. Sono in programma anche corsi dedicati ai più piccoli, oltre che alle lezioni sulla composizione del menu.
Via Bonvesin della Riva 5, Milano
Tel. 02.36.70.66.60
accademiamarchesi.it

PIATTI NATURALI

Per chi cerca ricette “naturali” o piatti per celiaci, oppure menu tradizionali, ma rivisitati, può trovare ispirazione nel programma dei corsi di Arte del Convivio. La scuola di cucina, creata da Paola Jovinelli in memoria dei suoi genitori, aveva principalmente l’obiettivo di far conoscere la cucina italiana agli stranieri. Da non perdere le lezioni sulla cucina libera da Intolleranze, ma anche su cioccolato e pralineria.
Corso Magenta 46, Milano
Tel. 02.48.02.48.25
artedelconvivio.it

NEL CUORE DELL’ISOLA

La cucina di casa adattata a mo’ di scuola. E’ la scommessa vinta da teatro7 Lab, realtà nata nel 2005 e che anno dopo anno si è ritagliata un ruolo da protagonista nel panorama delle scuole di cucina a Milano. Alle lezioni più tradizionali si affianca un programma alla scoperta di culture straniere, come il corso sulla cucina israeliana il prossimo 25 ottobre. E il 12 dicembre non perdete la serata sulla preparazione del panettone.
Via Thaon di Revel 7, Milano
Tel. 366.66.64.425
teatro7.com

NON SOLO PROFESSIONISTI

Una vera e propria scuola accreditata dalla Regione Lombardia per offrire istruzione e formazione professionale a chef professionisti. E’ il Congusto Gourmet Institute, nato nel 2003 su iniziativa di Federico Lorefice. Ci sono lezioni per aspiranti cuochi, pasticceri, manager di sala e panificatori, ma anche per appassionati alle prime armi. Da provare il corso di coppia per la preparazione di un brunch domenicale.
Via Davanzati 15, Milano
Tel. 02.89.78.58.01
congusto.com

A LEZIONE DA LEEMANN

Tra gli chef più rinomati quando si parla di cucina vegetariana e vegana c’è senz’altro Pietro Leemann. Grazie all’esperienza storica del suo ristorante Joia, è nata la Joia Academy, scuola di cucina con percorsi formativi per cuochi e semplici appassionati. Obiettivo: divulgare la filosofia della cucina naturale. Non solo. Il prossimo 6 novembre è in programma un viaggio tra le eccellenze vinicole del Piemonte.
Via Casati 31, Milano
Tel. 02.36.51.75.51
joia-academy.it

CINQUE DRITTE PER SCEGLIERE

Svago o passione?
Chi sceglie un corso di cucina lo fa essenzialmente per imparare a cucinare (o comunque migliorarsi ai fornelli). Scegliere un programma di lezioni presso una scuola specializzata è un’occasione anche socializzare.

Italiana o straniera?
Chi parte dalle tecniche di base è bene che si concentri su corsi incentrati sulla tradizione culinaria del nostro Paese. Chi, invece, si sente già abbastanza sicuro ai fornelli, può optare per lezioni di taglio più internazionale.

Menù completo o piatti singoli?
Anche in questo caso la differenza sta nel livello di preparazione. Per i neofiti il consiglio è quello di scegliere un programma di più lezioni per una panoramica di base, ma completa. Per chi è a caccia di spunti e idee, meglio andare su corsi dedicati a singole portate.

Da soli o in coppia?
I corsi di cucina sono diventati anche una moda o, addirittura, un gradito regalo per ricorrenze speciali. E’ chiaro che i single possono cogliere l’occasione per socializzare tra uno spaghetto e un dolce, ma le lezioni sono spesso anche un momento per rilassarsi e condividere una passione in coppia.

Fai da te o certificato?

Sul web si possono scovare numerosi corsi “improvvisati”, magari anche strutturati, con una varietà di programmi e lezioni da competere con scuole più rinomate. Per chi è alle prime armi, la firma di un’accademia riconosciuta è una garanzia di serietà e competenza.

In breve

Scoperta una piantagione di marijuana nel campo di Vaiano Valle

La Polizia di Stato e la Polizia locale, coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, nell’ambito di attività finalizzate...