scuola pirelli
scuola pirelli

«Ci sono troppi pochi bidelli per poter rispettare le regole sulla sicurezza»: i presidi lanciano l’allarme dopo i fatti della scorsa settimana alla scuola Pirelli, dove un bambino ha riportato gravissime ferite dopo esser caduto nella tromba delle scale della scuola. Insomma, il tema della sicurezza degli edifici scolastici torna in primo piano. Nonostante i passi avanti annunciati dal Governo.

 

I fondi. Ammonta, infatti, a 65,9 milioni di euro il contributo stanziato dal Ministero dell’Istruzione per il piano straordinario di prevenzione dei crolli di solai e controsoffitti nelle scuole, destinato agli enti locali proprietari di immobili pubblici adibiti a uso scolastico censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica.

Per le verifiche strutturali da effettuare nelle scuole sono disponibili complessivamente 40 milioni di euro. È prevista, inoltre, una quota ulteriore pari a 25,9 milioni di euro da assegnare successivamente per gli interventi urgenti di messa in sicurezza che dovessero rendersi necessari all’esito delle indagini sui solai e i controsoffitti.

In particolare, il 30 per cento delle risorse da assegnare attraverso la procedura è riservato a Province e Città Metropolitane mentre la restante percentuale è a favore dei Comuni e/o unioni di Comuni.

«Il bando per il finanziamento destinato alla prevenzione di crolli conferma la priorità del tema sicurezza, già indicata tra le linee programmatiche appena presentate – ha dichiarato il ministro Lorenzo Fioramonti -. La sicurezza nelle scuole è una delle parole d’ordine, la prima, cui ispiro la mia azione, è una priorità assoluta per garantire l’effettività del diritto allo studio e per innalzare la qualità della didattica che non può prescindere dalle strutture e dagli ambienti di apprendimento».

Secondo il Miur, una delle maggiori ragioni di insicurezza delle nostre scuole è il crollo di intonaco dai soffitti: tra settembre 2018 e luglio 2019 Cittadinanzattiva ha registrato un crollo ogni 3 giorni, mai così tanti dal 2013. Il Piano straordinario servirà a conoscere in maniera puntuale lo stato in cui versano i nostri edifici e a mettere a disposizione risorse necessarie per intervenire su ciò che non va.

I bidelli. Anche le famiglie sono preoccupate. Sul caso del bambino precipitato alla Pirelli è sceso in campo il Codacons. «Chiediamo alla Procura di svolgere accertamenti e verifiche su tutte le scuole della provincia, finalizzate ad accertare il livello di sicurezza degli istituti – afferma l’associazione -. Troppi gli incidenti che si verificano nelle scuole italiane, e troppi gli istituti che non risultano in regola con le disposizioni relative alla sicurezza, ed è ora che la magistratura svolga verifiche a tappeto».

I lavori alla Ruffini
I lavori alla Ruffini

Il tema centrale, al di là dell’ineludibile messa in sicurezza degli edifici, riguarda il personale, i bidelli che dovrebbero vigilare negli spazi comuni. Secondo la Flc Cgil, «da anni servono più risorse». Basti pensare, sempre secondo i numeri diffusi dal sindacato, che a Milano i commessi comunali, addetti nelle elementari e in alcune scuole civiche superiori, sono scesi da 6.200 a poco più di 800, nel giro degli ultimi vent’anni.

Anche Save The Children, nell’ultima edizione dell’Atlante dell’infanzia a rischio, evidenzia che su oltre 40mila scuole, sono oltre settemila quelle vetuste e più di 21mila quelle senza il certificato di agibilità. Anche per questo l’associazione ha voluto rilanciare una petizione online per riqualificare gli spazi abbandonati da destinare a bambini e ragazzi e mettere in sicurezza le scuole.

Come si regola il numero dei collaboratori
Quanti devono essere i bidelli in ogni piano? Come vengono scelti? In linea generale, il numero dei collaboratori scolastici viene assegnato dal Ministero dell’Istruzione in base al numero degli alunni di un istituto.

Spetta poi al dirigente scolastico scegliere come distribuire le risorse e stilare un regolamento interno sulla sicurezza, coerente con il piano pedagogico approvato dal Collegio dei docenti e dal Consiglio d’Istituto. Di fatto, non esiste un regolamento unico che preveda per forza la presenza di un bidello su ogni piano. PC

Gli investimenti in edilizia scolastica

167,1 milioni,
il totale dei lavori terminati, in corso o in progettazione

72,
i cantieri avviati nel corso dell’ultima pausa estiva

7,
le nuove scuole in itinere

5,
gli edifici in corso di progettazione

(Fonte: Comune di Milano)

I principali lavori in corso

Municipio 1
Plesso Ruffini 4-6
Sistemazione facciate e sostituzione infissi / Bonifica amianto

Primaria Crocefisso 15
Sicurezza plafoni / Recupero e adeguamento locali in disuso

Civica Giusti 42
Installazione ascensore

Municipio 2
Primaria Russo 23
Sistemazione serramenti / Rifacimento cortile interno

Secondaria I° Adriano 60
Bonifica terreno / Demolizione vecchio edificio / Nuova scuola

Municipio 3
Infanzia Crescenzago 47

Rifacimento copertura

Plesso Stoppani 1-3
Rifacimento controsoffittatura

Plesso Pisacane 9-11
Messa in sicurezza facciate / Antisfondello / Serramenti palestra / Porte blindate

Municipio 4
Plesso Colletta 49-51
Ripristino locali e facciate / Messa in sicurezza solai

Secondaria I° Cipro 2
Antisfondello

Infanzia Ungheria 42
Copertura / Sostituzione serramenti / Risanamento ambientale / Controsoffittature

Municipio 5
Primaria Arcadia 22
Rifacimento bagni

Primaria Bocconi 17
Rifacimento bagni / Pavimentazione aule e scale

Secondaria I° Arcadia 24
Rifacimento bagni / Sostituzione serramenti / Impermeabilizzazione copertura e gronde

La nuova primaria Pisa
La nuova primaria Pisa 1

Municipio 6
Primaria Pisa 1

Nuova scuola

Primaria Strozzi 11
Nuova scuola

San Paolino 4/a
Demolizione edificio

Infanzia Legioni Romane 56
Rifacimento copertura / Risanamento igienico ambientale

Infanzia Scalabrini 7
Prevenzione incendi / Rifacimento bagni

Infanzia Salerno 5
Prevenzione incendi

Municipio 7
Primaria Monte Baldo 11
Rifacimento coperture e bagni / Realizzazione linee vita, serramenti e pavimentazione palestra

Primaria Anselmo da Baggio 58-60
Piano bonifica e verde

Plesso Dolci 3-5-7
Sistemazione facciate e serramenti / Rifacimento colonna bagni

Secondaria I° Axum 5
Pluviali e canali di gronda

Municipio 8
Primaria Viscontini 7
Nuova scuola

Primaria Magreglio 1
Nuova scuola

Primaria Brocchi 5
Nuova scuola

Plesso Moscati 1/5
Risanamento conservativo

Infanzia Chiarelli 14
Rifacimento recinzione, ingressi coperture e canali di gronda

Infanzia Lampugnano 163
Rifacimento copertura / Sistemazione spazi esterni

Secondaria I° Paolo Uccello
Bonifica / Rifacimento copertura

Municipio 9
Primaria Iseo 7
Messa in sicurezza plafoni

Primaria Braschi 12
Antisfondello / Sistemazione copertura

Secondaria I° Istria 11
Messa in sicurezza solai e adeguamenti normativi


www.mitomorrow.it