teatro

Ci sono passioni che attraversano mode e che accusano anche andamenti variabili, il teatro a Milano e nell’hinterland sembra più che mai in salute. Secondo la Camera di Commercio, per numero di sedi di attività per la gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche e relativi servizi di biglietteria, la Lombardia è seconda in Italia con 119 attività su 834 complessive (pari al 14%).

 

I numeri. A livello regionale, Milano da sola conta 74 attività, pari al 62% regionale e al 9% nazionale. Nel complesso, gli addetti nel settore teatrale sono in Italia 7.650, dei quali 650 in Lombardia, pari all’8% del totale. E i giovani? In Italia le imprese giovanili afferenti il mondo del teatro sono nel complesso 49, pari al 9% del totale.

In Lombardia si contano 6 imprese giovanili, pari al 5% del totale regionale. Insomma, le premesse non mancano anche per la stagione al via. E che a Milano farà registrare due significative novità. Menotti. La generosità dei milanesi ha portato oltre 50.000 euro necessari la scorsa primavera per salvare il Teatro Menotti, che aveva lanciato un crowfunding proprio per non chiudere.

Il cartellone ora si presenta ricco di contributi importanti a livello italiano e internazionale. Si parte l’8 ottobre con Notturno di donna con ospiti, uno studio sulla versione del 1982 di Annibale Ruccello con la regia di Mario Scandale. E poi Euripide, rappresentata con la regia di Emilio Russo e l’interpretazione di Romina Mondello. Tra gli ospiti da non perdere si segnalano Alessio Boni e Omar Pedrini che, in concerto, faranno da antipasto all’inizio della stagione (dall’1 al 3 di ottobre).

Countdown per il nuovo Lirico

Lirico. La seconda grande novità è tutta rivolta al nuovo Lirico. Sui tempi della riapertura, il Comune punta al 2020. Ergo: non vedremo un cartellone già da ottobre, quando chiuderà il cantiere, ma qualche anticipazione con iniziative speciali. Lo stesso sindaco Giuseppe Sala, a fine luglio scorso, si era lanciato in un post sul proprio profilo Instagram per annunciare il countdown verso la restituzione alla città della storica sala di via Larga.

La formazione. C’è un mondo, in piena salute, al quale è bene guardare con attenzione, quello della formazione dei talenti del futuro. In questo senso Milano ha un primato invidiabile di accademie e scuole per attori e attrici, o aspiranti tali: vere e proprie eccellen- ze, tra le tante della nostra città.

E l’hinterland non è da meno
Spazio, relazione, sguardo: a Buccinasco l’associazione Messinscena forma attrici, attori, ballerine e ballerini
Sabato 28 il grande open day per conoscere i dettagli dell’offerta
Sede a Buccinasco, ma punto di riferimento per Milano e il suo hinterland, dal 2009 l’associazione culturale Messinscena pratica promuove e diffonde la cultura nel settore del teatro e delle arti performative. Un progetto al servizio del territorio e dei suoi cittadini che offre spazi condivisi, occasioni di aggregazione, di ricomposizione sociale e proposte culturali, producendo contesti nei quali è possibile trasmettere interesse, vicinanza, solidarietà, cultura, conoscenza e divertimento.

Nuova stagione per l’Associazione Messinscena

Festeggiati i primi dieci anni di vita, si è pronti per ripartire con una nuova stagione e offrire al pubblico l’occasione per scoprire meglio la Scuola coi suoi corsi rivolti a bambini, adolescenti e adulti. Appuntamento oggi e domani alle 21.00 con le lezioni di prova gratuite di teatro e sabato 28 settembre con l’Open day.

Recitazione. ««Il teatro è il nostro punto di forza – spiega il presidente di Messinscena Fabio Cercone – ci rivolgiamo a chiunque voglia sperimentare e scoprire l’espressività del proprio corpo, ma non solo. Attraverso la tecnica teatrale si imparerà a stare in scena, anche fuori dal palco: a vincere la timidezza e a mettersi in gioco. Un percorso di tre anni per scoprire gli elementi fondamentali dell’esperienza attorale: lo spazio, la relazione, lo sguardo». Le lezioni di Messinscena si caratterizza- no così per la loro dinamicità e interattività con i partecipanti spronati ad esporre le proprie idee e raccontare le proprie emozioni.

Danza e musical. L’offerta di Messinscena non si ferma però al teatro: «Abbiamo la danza, la madre di tutte le arti perché è il mezzo più naturale per esprimere con tutto sé stesso la persona che si è – prosegue Fabio Cercone – offriamo così un’occasione di studiare e approfondire la danza classica, divertirsi con la danza moderna e sperimentare l’espressione corporea senza limiti di età. Infine c’è il musical, una forma artistica che coinvolge discipline diverse, dalla danza al canto fino alla recitazione, dando la possibilità di scoprire attitudini artistiche sconosciute e provare un’arte davvero poliedrica. Novità di questo anno accademico è il Laboratorio di Canto corale, un’occasione per creare una relazione musicale con le persone».
Associazione Culturale Messinscena
Largo Brugnatelli 13/7, Buccinasco (Mi)
Info su messinscena.it

«Palco proprio per tutti»
La compagnia milanese Scimmie Nude riapre i suoi corsi teatrali:
«Puntiamo molto sulla qualità e ci rivolgiamo anche ai più piccoli»
Scuola di teatro, compagnia teatrale, spazio scenico e molto altro. L’Associazione culturale Scimmie Nude Teatro d’Indagine sull’Uomo mette a disposizione della città i propri progetti e le sue iniziative legate al mondo delle arti per- formative.

Ripartono i corsi alle Scimmie Nude

«Un’avventura nata molti anni fa come compagnia di giovani teatranti – racconta il direttore artistico Gaddo Bagnoli – che vuole portare avanti un discorso di teatro d’indagine sull’uomo. Puntiamo molto sulla qualità sia come compagnia sia per quanto riguarda la nostra scuola di teatro che sta per iniziare un nuovo anno con tutti i suoi corsi».

A chi si rivolge la vostra scuola?
««A tutti, dai bambini di quattro anni fino agli adulti, passando per gli adolescenti. Il fatto di voler proporre un ottimo prodotto non significa che le porte siano chiuse o che cerchiamo solo professionisti. Il nostro corso base per adulti è aperto a chiunque voglia avvicinarsi al meraviglioso mondo del teatro anche solo per hobby, poi abbiamo il corso intermedio e quello avanzato ai quali si accede tra- mite provino. Mi piace definirla una scuola piccola, ma di qualità».

Tra le offerte troviamo anche “Officina corpo” di cosa si tratta?
«È un corso separato dedicato alla danza sensibile che studia il rapporto che abbiamo con il nostro corpo e il rapporto tra il corpo e lo spazio. Ideale sia come corso complementare per la preparazione fisica di un attore, sia per chi è semplicemente curioso di esplorare il proprio corpo nel movimento e nello spazio».

Una volta finito il triennio che strade si possono percorrere?
«C’è la possibilità di entrare nell’Atelier Scimmie Nude, il nostro corso professionalizzante rivolto a sei studenti scelti per chiamata a cui diamo la possibilità di realizzare uno spettacolo prodotto da noi. Una sorta di saluto ai nostri allievi, offriamo un assaggio di professionalità prima che prendano la propria strada».

Quali sono i primi appuntamenti per questo nuovo anno scolastico?
«Il 27 e 28 settembre ci saranno i pro- vini per chi, dall’esterno, vuole entra- re direttamente nei corsi intermedio e avanzato. Il 4 ottobre, a partire dalle 19.30, avremo la serata di inaugurazione dell’anno scolastico durante la quale replicheremo lo spettacolo dell’Atelier dell’anno scorso intitolato Essere o non essere. Sarà un’occasione per conoscere tutti gli insegnanti della scuola e avere maggiori informazioni. Il giorno dopo, infine, presenteremo i corsi dedicati ai bambini e metteremo in scena lo spettacolo Fratello Sole Sorella Acqua. La prima lezione dei corsi è gratuita, per cui consiglio davvero di provare e poi decidere se continuare o meno».

Quali saranno invece gli impegni della Compagnia Scimmie Nude?
«Quest’anno abbiamo due spettacoli in cartellone. Partiture futuriste, un lavoro particolare sul futurismo della durata di 35 minuti, divertente e culturalmente di altissimo livello. Poi replicheremo Decadenze, testo caustico dell’inglese Steven Berkoff, una forte critica all’alta società che regala dav- vero tantissime risate. Nelle nostre domeniche di spettacolo non mancheranno gli spettacoli realizzati ne- gli anni passati dall’Atelier Scimmie Nude come Razza Umana prodotto nel 2018. Sarà una stagione piccola e fatta su misura per noi».
Associazione Scimmie Nude
Piazza Giovanni Perego 11, Milano
Info su scimmienude.com

Alla Luna nuova parata di stelle 
Assago si conferma la culla metropolitana di grandi produzioni, concerti e one-man-show
Si parte con Hair The Tribal Love-Rock Musical, in attesa del laboratorio d’eccezione di Pucci 
Calla rovescia al Teatro della Luna in vista dell’inizio della prossima stagione. Una “stagione con le stelle”, che prende il via con un grido universale di pace, impegno ci- vile e amore, sulle note di brani come Aquarius e Let The Sunshine: Hair The Tribal Love-Rock Musical, vede in scena 34 artisti e l’orchestra dal vivo.

Hair The Tribal Love-Rock Musical sbarca ad Assago

Rock e brillantina. Si prosegue con le produzioni di Massimo Romeo Piparo. The Full Monty, tratto dal film del 1997, è una storia di riscatto sociale che si conclude con l’immancabile striptease. Protagonisti Paolo Conti- cini e Luca Ward, accanto a Gianni Fantoni, Jonis Bascir e con Nicolas Vaporidis.

Tratto dal film con Jack Black, School of rock (foto Antonio Agostini) vede protagonista, vincitore del Premio Flaiano, Lillo, chitarrista irriverente che trasforma i suoi allievi in una folle rock band. A scaldare ancora di più il pubblico ci saranno poi le inconfondibili note di Grease, una festa travolgente con un gruppo di giovani performer pieni di energia.

Il meglio di… Dall’11 ottobre, per tutta la stagione, il Teatro della Luna sarà laboratorio d’eccezione del nuovo one-man-show di Andrea Pucci: Il meglio di… , con la Zurawski Live Band, ripercorrerà gli sketch che lo hanno reso celebre, solo in esclusiva a Milano. Dalla realtà virtuale alle emozioni vere: Le Cirque World’s Top Performers, dopo il successo di Alis propone il nuovo show Tilt, con le stelle del circo contemporaneo e dal Cirque du Soleil.

Il capodanno in compagnia dei Legnanesi, la Famiglia Colombo sarà catapultata in un rocambolesco viaggio nel tempo – tra balletti spumeggianti, colorati e raffinati in pe fetto stile parigino – per divertirsi, riflettere e ricordare che nonostante i problemi e le difficoltà della vita Non ci resta che ridere.

Musica. Concerti, comicità, danza completano il cartellone, con 8 appuntamenti musicali (Dolcenera, Bohemian Symphony The Queen Orchestra, Vasco Story con Maurizio Solieri, Dire Straits Over Gold, MinavsCelentano, Stasera parla… Lucio – Battisti tra parole e musica, Beatlestory, Pink Floyd History), la danza classica con Lo Schiaccianoci e Il Lago dei Cigni, Anna Maria Barbera in Nel mazzo del cammin e, per tutta la famiglia, Cenerentola in musical.
Teatro della Luna
Via G. Di Vittorio 6, Assago (Mi)
Info su teatrodellaluna.com


www.mitomorrow.it