Dai film alla cultura. Dalle fiere rinviate alle conferenze, passando per le mostre e perfino la solidarietà. Tutto chiude per il coronavirus. E si conteranno presto i danni e le ricadute economiche.

 

Fa’ la Cosa Giusta! sarà rinviata

Fiere. In ambito fieristico, dopo il Mido e MyPlant, anche Fa’ la Cosa Giusta!, manifestazione della sostenibilità in programma la prossima settimana a Fieramilanocity, sarà rinviata. Annullata anche la Conferenza nazionale per la riforma delle politiche sulle droghe, “Droghe. Dopo la “guerra dei trent’anni”, costruiamo la pace. Prove generali per un governo alternativa” convocata per il 28 e 29 febbraio al Salone Di Vittorio a Milano: presumibilmente si svolgerà entro la fine di giugno.

Fa’ la Cosa Giusta! e non solo, saltano anche mostre e Pane Quotidiano

Mostre. E’ slittata anche l’inaugurazione della mostra “La fotografia di ricerca in Lombardia e in Italia”, programmata per oggi a Palazzo Pirelli. L’apertura dell’esposizione, curata da Elio Grazioli e ideata da Mia Photo Fair in collaborazione con il Consiglio Regionale, con le opere dei grandi autori lombardi e italiani che hanno operato a cavallo degli Anni Settanta, è rinviata a data da destinarsi. Chiuso anche il Centro Culturale di Milano così come Mare Culturale Urbano.

Lavoro. L’Afol metropolitana, che si occupa di formazione e orientamento al lavoro, nella provincia di Milano ha chiuso “a scopo cautelativo, al fine di preservare la salute pubblica” i centri per l’impiego almeno fino a mercoledì. L’agenzia pubblica – partecipata dalla Città metropolitana, dal capoluogo di Milano e da altri comuni dell’hinterland – ha anche sospeso le attività degli sportelli lavoro comunali e quelle dei centri di formazione professionale.

Solidarietà. L’emergenza per il coronavirus ha spinto il Pane Quotidiano, storica associazione che assicura ogni giorno gratuitamente cibo alle fasce più povere dalla popolazione, a sospendere le distribuzioni nelle sue due sedi: le attività riprenderanno lunedì 2 marzo. Non si ferma, invece, l’attività di solidarietà dell’Opera di San Francesco.

L’ente fondato dai frati cappuccini, che dal 1959 garantisce ai poveri assistenza gratuita e accoglienza, ha deciso di non modificare i propri servizi, inclusi il poliambulatorio, regolarmente aperto con l’attivazione del protocollo di sicurezza, e le due mense, con i pasti distribuiti nei sacchetti.

fiere rinviate
fiere rinviate