-1.2 C
Milano
29. 11. 2021 10:30

Quando cibo fa rima con creatività: ecco la nuova Dada in Taverna

La nuova DaDa in Taverna è un tripudio di sperimentazioni in cucina e architettura, curata dall’interior designer Andrea Castrignano

Più letti

Erano irrispettosi e stravaganti gli artisti dadaisti, lo sono anche Paolo Anzil e Giuseppe Davide La Grotteria, i due cuochi fondatori di DaDa in Taverna, il nuovo locale dal nome ispirato al Dadaismo che ha preso il posto della storica Taverna Moriggi a Milano. «Assaggiate! Scoprite! Sputate, se serve!», scrivono i due invitando ad «abbandonare pregiudizi e falsi miti con la serenità di poter esprimere una libera opinione» su una cucina che «non è tradizionale ma studia e s’ispira alla tradizione comprendendo l’urgenza di un linguaggio nuovo e universale».

Dada in Taverna, quando l’arte incontra la cucina

Un manifesto su una cucina che poi declinano in piatti come Il gambero DaDa, con i crostacei rossi di Mazara cotti e crudi abbinati ad albicocca e cocco tostato, il Milano anni ’80, con il riso Vialone nano mantecato al beurre blanc di Champagne e zafferano on the side, o la Cos-to-let-ta con panatura di pane in cassetta e fritta in burro chiaro.

A dare la nuova impronta agli ambienti del DaDa in Taverna ci ha pensato Andrea Castrignano con un progetto pensato come «un ponte tra avanguardia e tradizione in un luogo di incontro e convivialità contemporanea che fonde tradizione e modernità, storia e creatività, fra arte e design», spiega lo stesso interior design milanese che è stato rispettoso della struttura esistente risalente al 1900.

Nel restyling dell’antica Taverna di via Morigi, Castrignano ha scelto di valorizzare le boiserie, il pavimento in cotto, il soffitto ligneo a cassettoni e gli affreschi alle pareti, «elementi architettonici e decorativi molto milanesi che instaurano una sorta di dialogo tra passato e presente».

Colori tutti da scoprire

Sono il Petrol e l’Aubergine i colori scelti da Castrignano per il restyling. Il Petrol è stato utilizzato per le pareti e le imbottiture in velluto degli schienali delle panche, mentre l’Aubergine per le sedute imbottite che hanno fatto assurgere a nuova vita le sedie d’epoca.

Il bianco del marmo di Carrara fa risaltare i top dei tavoli quadrati mentre alcune insegne luminose danno un tocco internazionale all’angolo bar. «In questo progetto ho unito le mie passioni: il design, l’arte e il food e sono certo che Paolo e Davide sapranno fare di DaDa in Taverna il nuovo ‘place to be’ per i milanesi e non solo!».

Tutte le info

DADA IN TAVERNA

  • Via Morigi, 8
  • Prenotazioni: 02.36.75.52.32, 345.29.49.460
  • info@dadaintaverna.com
  • dadaintaverna.com

In breve

Terza dose in Lombardia: 90mila nuovi appuntamenti per prenotare la dose “booster”

La campagna vaccinale prosegue: sono stati messi a disposizione 90.000 nuovi appuntamenti per prenotare la terza dose in Lombardia. Terza...