24 C
Milano
19. 08. 2022 14:17

Il nuovo volto dell’Idroscalo: «La spiaggia dei milanesi è rinata»

Sport, relax, natura per le famiglie. Da sabato pronta la nuova pista ciclabile Linea 6

Più letti

Due anni di Covid sono serviti a ripensare l’Idroscalo, la spiaggia dei milanesi situata alle porte della città, che oggi si presenta con un volto diverso rispetto a quello di pochi anni fa. Dimenticate discoteche e svaghi notturni, oggi il lago artificiale creato quasi 100 anni fa per gli idrovolanti è diventato un posto per chi vuole passare una tranquilla giornata, magari con la famiglia. Sport, bagni in acqua o in piscina, natura: questo è il “pacchetto” offerto, illustrato nel dettaglio nell’intervista al Consigliere delegato Roberto Maviglia.

Nuovo volto per l’idroscalo

Una particolarità poco conosciuta di questo parco naturale di circa 1.600.000 metri quadrati che dista 10 chilometri da piazza del Duomo di Milano è la sua valenza artistica. Il sito è uno dei primi giardini pubblici di scultura in Italia in cui è possibile ammirare opere d’arte di artisti contemporanei del calibro di Giacomo Manzù e Luciano Minguzzi.

Per valorizzare gli aspetti artistici è stato organizzato per le famiglie un percorso gioco tra arte e natura dal titolo “Le avventure di Margherita Terranera” che si conclude con una tappa al maneggio delle Giacche Verdi Lombardia dove si può partecipare al battesimo della sella e fare merenda.

Se parliamo di famiglie dobbiamo prendere in considerazione anche gli animali domestici, in particolare i cani. All’Idroscalo i migliori amici dell’uomo possono godere di lunghe passeggiate al guinzaglio oppure scorrazzare liberi nelle aree dedicate di 2.800 metri quadri e, naturalmente, possono fare anche il bagno. Peraltro proprio qui ha sede la più grande organizzazione nazionale per l’addestramento dei cani da salvataggio.

Una grande novità riguarda la viabilità. Sabato 2 luglio sarà inaugurata la Linea 6, ovvero la pista ciclabile che da via Corelli conduce all’Idroscalo. Per l’occasione è prevista una biciclettata con partenza alle 9 del mattino dal parcheggio tra via Tucidide e via Cavriana, all’arrivo ci sarà una festa. Saranno presenti le campionesse di ciclismo Prisca Savi, Valentina Basilico e Giorgia Dioguardi del team BePink, associazioni di appassionati di ciclismo e numerosi amministratori locali dei comuni coinvolti.

idroscalo

Maviglia, Città Metropolitana: «L’Idroscalo un luogo per tutti»

Quanto ha influito il Covid sull’attività dell’Idroscalo?

«E’ rimasto chiuso a lungo ma già dalla scorsa estate abbiamo avuto un picco di presenze. Le difficoltà in passato erano legate anche al fatto che questo luogo non era attrattivo, ora la situazione è cambiata».

Per quale motivo?

«Sono state fatte scelte da questa amministrazione che hanno cambiato la natura dell’Idroscalo».

Parliamone.

«Prima viveva principalmente di notte, ora è diventato un grande parco aperto alle famiglie dove si può praticare sport e passare le giornate in pieno relax».

Fine della vita notturna?

«Per ora sì, ma penso che potremo fare qualche esperimento di notte».

Quali sono le opportunità per gli amanti dello sport?

«Intanto la corsa, sono tanti che la praticano al parco, poi gli sport d’acqua: segnalo il wakeboard, in cui praticante viene trainato sull’acqua per mezzo di una corda e di un bilancino permettendogli di eseguire curve. Si può fare anche surf con onde create in modo artificiale, c’è la possibilità di fare skate, le arrampicate sulle pareti».

Sono sport un po’ estremi, non c’è qualcosa di più tranquillo?

«Si possono praticare gli sport liberi, c’è l’area fitness. Stiamo anche pensando a novità per l’anno prossimo».

Ad esempio?

«Il padel».

In passato la balneazione è stato un tasto dolente per la pericolosità di gran parte del lago.

«Si può fare il bagno in un solo punto, all’ingresso est di fronte al palazzo di vetri dove c’è un presidio dei bagnini. Ad ogni modo devo dire che i bagnanti si comportano molto responsabilmente».

E’ sufficiente questo spazio per chi vuole fare il bagno?

«Ci sono anche due piscine».

Ci sono famiglie che non sono attratte dallo sport ma desiderano semplicemente passare una giornata in relax: cosa possono trovare?

«Abbiamo investito molto per soddisfare queste esigenze, in modo particolare abbiamo pensato ai bambini per i quali abbiamo realizzato un villaggio con giochi d’acqua. C’è anche un’area giochi con i gonfiabili».

Ultima cosa: dove si può pranzare?

«Intanto si può fare un picnic in un’area attrezzata con tettoia, chi vuole pranzare più comodamente può scegliere uno dei due ristoranti attivi oppure può recarsi in un’area in con street food».

L’impressione è che il nuovo Idroscalo sia tarato per le famiglie.

«Non è così, l’offerta è rivolta a tutti, giovani compresi».

Cosa c’è per i giovani la sera?

«Il Parco è aperto sino alle 21.00, e apre alle 7.00 di mattina. Stiamo studiano la possibilità di organizzare concerti e anche altre forme di intrattenimento serali».

Quando saranno operative?

«Per l’anno prossimo».

Un bilancio di questo avvio di stagione?

«Molto positivo, abbiamo avuto i primi visitatori già da aprile, non appena le giornate sono diventate un po’ calde. Adesso stiamo andando molto bene, nei week-end c’è il pienone».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...