0.8 C
Milano
16. 01. 2021 06:40

Non solo La Mantia: ecco altri ristoranti a rischio “non riapertura”

Più letti

#Ioapro, primo video da un ristorante di Milano: balli, musica e tavoli pieni. Il video

La fronda dei ristoratori che hanno annunciato l'apertura serale nonostante i divieti, corre per l'Italia ma non decolla. Gli...

Zona rossa, Fontana: «Faremo ricorso». La replica di Sala: «Qualcosa non torna nelle mosse della Regione»

I dati del monitoraggio Iss hanno confermato tutte le ipotesi: la Lombardia entrerà ufficialmente in zona rossa domenica. Nonostante...

Chi apre? I ristoranti riaccendono le insegne: al via la “rivolta” di #ioapro

Com’è ormai consuetudine nell’era digitale, tutto è nato sui social. In pochi giorni un tam tam che si è...

Dopo l’annuncio dello chef siciliano Filippo La Mantia che a fine anno chiuderà il suo locale in piazza Risorgimento, si cominciano a contare i vari “abbandoni” a causa del Covid. Secondo quanto riferito da Affaritaliani si profila difficile la riapertura del Lume dello chef stellato Luigi Taglienti. Analogamente anche Carlo Cracco pare intenzionato a cedere il suo Carlo e Camilla in Duomo, aperto poco più di un anno fa. E difficoltà si segnalano anche per Trussardi alla Scala. Si potrebbe tornare ad una situazione pre Expo quando, secondo la Federazione italiana dei pubblici esercizi (Fipe), Milano registrava 2.900 ristoranti (dicembre 2015) contro gli attuali 5.865

In breve

#ioapro sbarca a Milano: il Don Lisander da domani riapre le porte

La protesta dei ristoratori #ioapro arriva a Milano. Uno dei protagonisti della mobilitazione sarà il Don Lisander, storico locale...

Potrebbe interessarti