libri dimpresa
libri dimpresa

Un progetto milanese al femminile, che fa conciliare imprenditoria e editoria. Si chiama Libri d’impresa, ed è l’iniziativa ideata dall’imprenditrice Denise Cumella, con l’obiettivo di contribuire alla diffusione della cultura d’impresa.

 

La storia. Denise, dopo una lunga carriera in una multinazionale, ha scelto di dare il via all’iniziativa editoriale, per aiutare gli imprenditori a raccontare le loro storie di successo, attraverso le pagine di un libro. E diffondere così la cultura di impresa.

«Quando sono diventata mamma è stato sempre più difficile conciliare i miei impegni lavorativi, che presupponevano svariati viaggi e trasferte, con la volontà di essere il più presente possibile per i miei figli – racconta Denise Cumella – Da qui l’idea di aprire la mia agenzia, One Hour Marketing, e cominciare un percorso che mi avrebbe portato a diventare il consulente marketing di grandi gruppi come Bottega Verde e Riso Scotti. Oggi, con la nascita e lo sviluppo di Libri d’Impresa sento di aver finalmente coniugato le mie passioni nella chiave più giusta: marketing e impresa declinate attraverso l’editoria di settore».

Il focus. L’idea consente agli imprenditori di scrivere e pubblicare il proprio libro, e conta su un team di copywriter, grafici ed esperti di marketing. «Libri d’Impresa si basa su un metodo testato e ben strutturato – spiega Denise – che prevede una full immersion di due giorni con il cliente, nel corso dei quali si gettano le basi del libro e si realizzano i primi contenuti». Terminata questa prima parte, si sviluppa la fase finale di scrittura che si basa sul cosiddetto metodo “Think”.

Il team di Libri d’Impresa si occupa della scrittura del libro e lo consegna dopo sei mesi al cliente. Poi si prepara insieme la fase di lancio. Un metodo che vuole agevolare chi non ha tempo, competenze di scrittura o semplicemente l’inclinazione per scrivere i testi di proprio pugno. L’obiettivo è quello di evitare la dispersione di esperienze e conoscenze preziose.

«Sono convinta che il libro ancora oggi sia il miglior strumento di marketing di cui dispone un imprenditore – puntualizza Cumella -. Si tratta di storie importanti che meritano di essere raccontate, per far conoscere volti e voci della piccola e media impresa italiana, e per stimolare intorno alle loro esperienze percorsi di impresa simili».


www.mitomorrow.it