12.9 C
Milano
07. 05. 2021 06:32

Un polmone verde ai confini della città: alla scoperta del Parco dei 5 Comuni

600 ettari di meraviglie con quasi secoli di storia

Più letti

Il Parco dei 5 Comuni è un’area compresa tra i comuni di Cornaredo, Rho, Settimo Milanese, Pero e Milano che si estende per circa 600 ettari. Milano è interamente circondata da aree verdi e il Parco dei Cinque Comuni fa parte dello spicchio meridionale che costituisce il Parco Agricolo Sud Milano.

Il Parco dei 5 Comuni è una zona ricca di fontanili che si presume abbiano avuto origine solo nei primi secoli del II millennio, durante i lavori di bonifica idraulica effettuati, per la maggior parte, dalle comunità di monaci. Nel Parco dei Fontanili di Rho, compreso all’interno dell’area, scorrono ad esempio il fontanile Bongiovanni, il Fontanilazzo e l’Olonella.

Risorgive. I fontanili sono strutture artificiali scavate in aree dove solitamente sono presenti risorgive naturali. L’acqua delle risorgive proviene da una falda acquifera situata nella profondità del sottosuolo dove le acque piovane e fluviali confluiscono grazie al terreno molto permeabile.

In corrispondenza di terreni impermeabili le acque salgono in superficie formando le risorgive. L’acqua che fuoriesce ha una temperatura costante compresa tra i 9 e i 10 gradi in inverno e tra i 12 e i 15 in estate. Il tratto d’acqua che riemerge è detto “testa” che si distribuisce nell’asta da cui l’acqua va ad irrigare i campi che, tramite la tecnica delle marcite, ne ricevono la giusta quantità alla temperatura corretta nel corso di tutto l’anno.

Specie. I fontanili sono caratterizzati dalla presenza di specie arboree tipiche quali robinie, frassini, olmi, ciliegi, aceri, farnie e sambuchi. Al Parco dei 5 Comuni sono presenti anche noccioli, evonimi, biancospini, sanguinelli, ligustri, viburni, caprifogli, edere e rovi e sugli argini dei corsi d’acqua predominano salici bianchi e ontani neri.

Naturalmente c’è un ricco ventaglio di anfibi tra cui rane e rospi comuni oltre a rettili e ramarri, lucertole muraiole e bisce. Non mancano poi ricci, scoiattoli, volpi, faine, lepri comuni, talpe, topi ed arvicole. E nel cielo si vedono volare colombi, rondini, cuculi, allodole, fringuelli, usignoli, passeri, merli, cince e cornacchie ma anche gazze, poiane, gufi, civette e gheppi. Il Parco dei 5 Comuni è attraversato da una fitta rete di percorsi costituiti da piste ciclabili, alzaie, strade rurali e sentieri.

Al suo interno si trovano diverse cascine e luoghi significativi dal punto di vista culturale e storico come il Grande Portico, i resti della vecchia fornace di Vighignolo a Settimo Milanese e l’ex forno di San Martino a Rho. Il Parco dei 5 Comuni è un luogo sconosciuto ai più. Per scoprirlo e fare quattro passi e dare un’occhiata c’è più di un ingresso con parcheggio a Rho (via Sesia o via Magenta), Cerchiate, Vighignolo o Milano lungo la via Novara.

In breve

Milano, scippa sei donne in mezz’ora: tenta la fuga tuffandosi nei Navigli

Un tentativo di rapina che potremmo definire un buco nell'acqua, non solo in senso figurato. Protagonista della vicenda un...