5.3 C
Milano
29. 11. 2022 05:38

Il Viaggio in Sicilia di Giusi Battaglia: «Milanesi, diffidate dalle imitazioni»

In libreria il nuovo volume della rivelazione del food Giusi Battaglia, che torna - da giovedì - anche su Food Network

Più letti

Giusi Battaglia torna in libreria e su tutti gli store digitali con Viaggio in Sicilia (Cairo Editore), una nuova avventura editoriale che svela un inedito viaggio culinario che raggiunge tutte le province siciliane.

Giusi Battaglia presenta il suo nuovo libro Viaggio in Sicilia

Torni in libreria un anno dopo Giusina in cucina – La Sicilia è servita. Cosa cambia dal tuo primo lavoro?
«Sicuramente c’è stata una evoluzione personale. Sono partita raccontando il bello e il buono della mia Sicilia parlando di cucina e di ricette tradizionali. Oggi continuo questa missione con un libro decisamente più maturo».

Con quale criterio hai raccolto le ricette?
«Parlo dei piatti più noti della mia regione, rivolgendomi anche a chi non proviene da quelle terre: buccellato, cazzilli, arancine, sono tutte ricette – antipasti, primi, secondi e leccornie varie – che raccontano la varietà e la ricchezza della Sicilia. Non mi sono soffermata solo tra le più note, ma sono andata anche alla ricerca di quelle ricette più nascoste».

Ad esempio?
«C’è un piatto di Pantelleria, lo Sciakisciuka, ossia una caponata di verdure tutta da scoprire. Il mio è un viaggio che parte da Palermo e non esclude nessun territorio delle nove province».

Un piatto tipico siciliano perfetto per l’autunno?
«La zucca in agrodolce, semplice da rifare anche a casa».

C’è anche una speciale sezione dedicata allo street food.
«Era impossibile non includerla, dai calzoni fritti alle pizzette di sfincione, dalle panelle alle arancine, passando per la focaccia messinese e la cartocciata catanese, ormai lo street food siciliano spopola anche nelle grandi città del resto d’Italia, ma bisogna stare attenti».

Ovvero?
«Abitando a Milano da 18 anni ho provato diversi ristoranti, pasticcerie e punti di street food siciliani sparsi per la città. Alcuni li ho trovati molto buoni, sia per l’attenzione alla tradizione che alla scelta delle materie prime, ma altri meno. Se avete voglia di un vero cannolo siciliano, dovete chiedere a chi ve lo vende di riempirvelo di crema al momento. Se li vedete in vetrina già preparati dovete andare via».

Giovedì parte su Food Network Ci vediamo al bar – Sapori di Sicilia in sfida.
«Dopo Giusina in cucina, arriva questo nuovo format televisivo che andrà in onda anche in streaming su discovery+. Si tratta di un viaggio alla scoperta dei bar siciliani, e al mio fianco ci sarà l’attore conterraneo Paolo Briguglia. Sarà una sfida che racconterà anche l’importante valore gastronomico che diamo all’offerta dei bar, spesso dimenticata qui al Nord».

In breve

FantaMunicipio #11: proposte per la città, ripensiamole tutti insieme

Sempre più cittadini si ritrovano in strada per discutere delle problematiche di alcune aree e per cavarne fuori idee...