24.6 C
Milano
20. 05. 2022 22:13

Covid, Bertolaso: «Via la mascherina e la quarantena a scuola va rivista»

Il coordinatore della campagna vaccinale, Guido Bertolaso, è tornato a parlare di allentamento delle restrizioni: ecco cosa ha detto

Più letti

Il coordinatore della campagna vaccinale, Guido Bertolaso, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera parlando a 360 gradi dell’attuale situazione epidemiologica. Il buon andamento dei dati in Lombardia lo spingono a prospettare alcuni allentamenti delle restrizioni attualmente in vigore.

Bertolaso: «Equipariamo le discoteche a cinema e teatri»

Alcuni giorni fa durante una conferenza stampa della Regione, Bertolaso, aveva espressamente detto che ormai era giunto il tempo di rivedere l’utilizzo della mascherina. «Si potrebbe togliere in alcuni luoghi al chiuso, come i cinema e i teatri, in presenza di due requisiti – ha dichiarato -. Il primo è una copertura vaccinale a due dosi superiore all’80% degli over 12. Si è sempre parlato di immunità di gregge con l’80% di vaccinati: la Lombardia questo numero l’ha raggiunto e superato. Significa che siamo più protetti e quindi in alcune situazioni è giusto restituire una maggiore normalità. Il secondo è la garanzia di controllo del green pass».

Proprio sugli spazi in cui la mascherina potrebbe essere tolta, il consulente della campagna vaccinale si dichiara possibilista sull’aumento delle capienze, senza trascurare neanche le discoteche. «Penso che, con le stesse premesse – ha ribadito Bertolaso -, si possa aumentare all’80% e credo che nelle stesse condizioni, si possano equiparare le discoteche a palestre, cinema o teatri».

Rivedere la quarantena a scuola

In Lombardia dopo appena una settimana di scuola 3.705 studenti sono già finiti in quarantena per un solo caso positivo registrato nelle rispettive classi. Su questo punto sta montando la proteste con già le prime manifestazioni di piazza.
«Quarantena con Dad a tappeto per un solo caso positivo in classe è una misura che va rivista e corretta. I ragazzi devono andare a scuola – ha sottolineato il consulente -. Si facciano tamponi anche agli alunni anziché metterli tutti in quarantena, sempre in regioni dove la situazione è migliore: purtroppo oggi l’Italia da questo punto di vista non è tutta uguale».
La campagna vaccinale è andata a gonfie vele in Lombardia, ma resta ancora una piccola parte di cittadini da convincere. «No, non sono per l’obbligo vaccinale. Bisogna agire sull’intelligenza della gente – ha affermato Bertolaso -. Quest’ultimo provvedimento del governo sull’obbligo di green pass per tutti i lavoratori è stato essenziale: abbiamo raddoppiato del 150% le prenotazioni. In questo momento i lombardi vaccinabili e che non hanno ancora aderito alla campagna sono 1milione e 50mila: entro metà ottobre scenderemo sotto il mezzo milione».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...