20 C
Milano
04. 08. 2021 18:26

Campus esitvo, Policlinico e Muba insieme ai bambini per dare scacco matto al virus

Arriva la proposta estiva dedicata ai figli e ai nipoti di chi ha combattuto in prima persona l'emergenza Covid

Più letti

Per tanti bambini il lockdown causato dal coronavirus è stato motivo di ansia, disagio, ma anche di paura. Adesso anche per i più piccoli è il momento di tornare alla normalità, e occorre farlo con il sorriso. Proprio per questo il Policlinico di Milano, insieme al Muba, ha inaugurato un campus estivo speciale: un luogo capace di dare scacco matto alla paura del virus.

Campus esitvo, Policlinico e Muba insieme ai bambini per dare scacco matto al virus

Il campus estivo prevede percorsi pensati per far rielaborare quanto è successo durante la quarantena, ed è dedicato ai figli e ai nipoti di chi ha combattuto in prima persona l’emergenza Covid e che per questo hanno vissuto più da vicino gli effetti psicologici e sociali provocati dal coronavirus. Il progetto è stato avviato insieme al Muba – Museo dei bambini di Milano – e con il sostegno di Fondazione di comunità Milano onlus.

Fantasia. E’ stata organizzata per i ragazzi un’estate divertente e sicura, ma soprattutto gratuita: grazie alla sensibilità delle organizzazioni sindacali del Policlinico i costi, infatti, sono interamente coperti dalle risorse dedicate del fondo per il welfare aziendale. I percorsi intrapresi e le attività proposte durante il campus estivo «Sono la traduzione delle riflessioni nate intorno al vissuto dei bambini durante la pandemia. Le norme sanitarie, le nuove modalità di interazione e i dispositivi di protezione hanno modificato la quotidianità di tutti ma soprattutto quella dei più piccoli. Si è cercato di costruire un’esperienza piacevole andando oltre i limiti imposti attraverso la fantasia e l’immaginazione» spiega Mariella Bottino, direttore operativo del Muba.

Protocolli. Tutte le attività sono strutturate seguendo sia i protocolli di sicurezza interni sia le normative anti-Covid. In particolare, ingressi e uscite dei bambini dal campus sono scaglionati per evitare assembramenti, all’ingresso del museo sono allestite due aree di accoglienza per il triage (misurazione della temperatura, autodichiarazione sullo stato di salute del bambino e igienizzazione delle mani).

Ad uso esclusivo. I piccoli sono organizzati in piccoli gruppi che rimangono invariati per l’intera settimana e sono affidati a un educatore di riferimento. Gli spazi espositivi del museo sono a uso esclusivo dei campus e sono suddivisi in aree dedicate ai singoli gruppi per garantire l’opportuno distanziamento fisico. Ogni bambino riceve a inizio settimana un kit personale di strumenti mentre gli altri oggetti e materiali vengono puliti con frequenza e igienizzati a fine giornata. Per un’estate divertente, spensierata e sicura.

In breve

Covid, 95 casi a Milano

Il bollettino di oggi del covid dice che in provincia di Milano sono 219 i nuovi casi, di cui...