dita
dita

Sabato, in occasione della settima edizione della giornata nazionale della salute della mano indetta dalla Società italiana di chirurgia della mano, l’Asst Gaetano Pini-Cto apre ai cittadini gli ambulatori degli specialisti per una serie di visite gratuite.

Durante i consulti, i medici avranno la possibilità di valutare i singoli casi e suggeriranno, se necessario, approfondimenti diagnostici, eventuali terapie o indicazioni al trattamento chirurgico. Il medico curante che segue ogni paziente riceverà a sua volta una relazione della visita effettuata, in modo da poter condividere e valutare i suggerimenti dei chirurghi della mano. «Abbiamo riscontrato una buona partecipazione da parte dei centri di chirurgia della mano e un grande apprezzamento da parte dei pazienti – spiega Pier Luigi Tos, direttore dell’unità operativa complessa di Chirurgia della mano e Microchirurgia ricostruttiva -. Questa iniziativa ha l’obiettivo di mettere a disposizione dei cittadini, in un giorno feriale e mediante un accesso agevolato, una valutazione super specialistica per le patologie di mano e polso».

Le visite gratuite, solo su prenotazione, si terranno dalle 9.00 alle 12.30 nel reparto di Chirurgia della mano e Microchirurgia ricostruttiva al Presidio Pini, in via Gaetano Pini 9, blocco B, quinto piano. In contemporanea saranno a disposizione anche gli ambulatori generali del Presidio Cto, in via Bignami 1, padiglione G, piano rialzato. Per fissare l’appuntamento è necessario contattare il numero 02.58.29.68.30. Sempre domani, dalle 8.30 alle 12.30, anche l’Ortopedia dell’ospedale Sacco aderirà all’iniziativa offrendo consulti e visite gratuite ai cittadini che ne faranno richiesta.

Le patologie più diffuse

Mano e polso sono soggette a numerose patologie, alcune anche particolarmente invalidanti. Ma molto spesso sottovalutate da chi ne soffre. La malattia di Dupuytren ha natura natura fibro-proliferativa, colpisce soprattutto dopo i 40 anni in particolare gli uomini. Se non trattata in tempo può rivelarsi invalidante perché può portare alla flessione progressiva di una o più dita e a una impossibilità di utilizzare la mano anche per i movimenti più semplici. Fra le patologie della mano più diffuse c’è anche l’artrosi, che comporta dolore e soprattutto la perdita progressiva della forza. Molto diffuso è anche il dito a scatto, detto anche tenosinovite stenosante.

Si tratta di un disturbo che porta una delle dita della mano a rimanere bloccata in posizione piegata. E poi c’è il tunnel carpale, una patologia nervosa periferica che comporta in chi ne soffre dolore e intorpidimento nelle dita e nell’intera mano. Il disturbo colpisce maggiormente le donne e in generale le persone che, per lavoro magari, hanno nel tempo sollecitato molto le mani. Nella maggior parte dei casi questa sindrome è bilaterale, con prevalenza della mano dominante (sinistra o destra a seconda se si è mancini o no). Infine, tra le malattie della mano più comuni, ci sono anche tendiniti che comportano dolore e fitte simili alla puntura di un ago.

www.mitomorrow.it