26.4 C
Milano
24. 05. 2022 17:08

No Vax, Fabrizio Pregliasco lancia l’allarme: “Comincio ad avere paura per la mia vita”

"Non vorrei che qualche psicopatico incontrandomi per strada mi riempia di sganassoni o qualche altra cosa"

Più letti

L’onda di odio che ha colto il mondo dei no vax porta ad esporsi anche il virologo Fabrizio Pregliasco, il quale annuncia di avere paura per la sua stessa vita. Il Presidente di Anpas, l’associazione nazionale delle pubbliche assistenze, professore all’Università Statale di Milano, oggi 62 anni, uno dei volti più riconoscibili tra i media tradizionali e non, è oggetto di insulti da parte dei no vax: «Nelle ultime due-tre settimane, da quando si discute del Green Pass, la loro furia nei miei confronti ha avuto un’impennata – le sue parole in un’intervista al Corriere della Sera – non vorrei che qualche psicopatico incontrandomi per strada mi riempia di sganassoni o qualche altra cosa».

Fabrizio Pregliasco e l’ira dei no vax su Telegram 

Fabrizio Pregliasco poi svela un retroscena «Il mio numero di cellulare e la mail professionale sono state postate su Telegram. Da allora mi telefonano per dirmi di tutto. Nella migliore delle ipotesi al mio pronto segue il silenzio, altrimenti insulti o frasi del tipo “con quale coraggio baci i tuoi figli quando torni a casa”, oppure “verrai giudicato da un tribunale terreno”. Ricevo centinaia di sms da sconosciuti e materiale astruso sugli effetti collaterali dei vaccini. I social? Sì, anche lì ricevo insulti. Credo che i mittenti siano leoni solo davanti alla tastiera però chissà che, a forza di beccarmi queste raffiche di ingiurie e frasi minatorie, qualcuno non passi alle mani preso da un raptus».

Fabrizio Pregliasco - coronavirus
Fabrizio Pregliasco – coronavirus

I vaccini non sono sperimentali

Pregliasco poi ci tiene a sottolineare come questi vaccini siano sicuri: «Macché sperimentali – le sue parole – sono super vaccini la cui efficacia e sicurezza è indiscutibilmente provata. Punto. Anche con Sgarbi, col quale ho discusso in diretta a “Non è l’arena” nel 2020, ho fatto pace. I no vax? Persone incattivite dall’insicurezza economica, di cui soffrono. Noi diventiamo capri espiatori delle paure, messi all’indice come terminale di chissà quali interessi privati, visti come gente che si infila un sacco di soldi in tasca».

La grande occasione da non mancare

E poi conclude: «Non si può non prendere atto dell’immensa opportunità offerta dai vaccini. Chi decide di non farlo, semplicemente manca di lucidità e ragione».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...