14 C
Milano
28. 09. 2022 03:16

Gruppo San Donato: la sanità milanese esportata in Romania

Gli ospedali San Raffaele e Galeazzi sempre più eccellenza internazionale

Più letti

Gli ospedali del Gruppo San Donato, vale a dire Policlinico San Donato, Ospedale San Raffaele e Ospedale Galeazzi-Sant’Ambrogio, si confermano sempre più un’eccellenza internazionale. Tanto che è stata rinnovata, ancora una volta, l’accordo che esiste tra il Ministero della Salute della Romania e lo stesso Gruppo San Donato da ormai già dieci anni.

Gruppo San Donato, l’accordo con il Ministero della Salute della Romania 

Questa mattina il ministro della Salute della Romania, Alexandru Rafila, ha fatto visita alle tre strutture del Gruppo San Donato, incontro simbolico dopo il recente rinnovo della convenzione. Grazie a questa, sono già dieci anni che la struttura milanese si adopera per la cura delle patologie cardiache congenite in età pediatrica; e, ad oggi, sono stati oltre 2000 i bambini cardiopatici operati dai cardiochirurghi del Policlinico San Donato: 1700 nei 4 centri universitari romeni a Bucarest, a Iasi, a Timisoara e a Cluj-Napoca e circa 600, i casi più complessi, trasferiti e operati a San Donato, in collaborazione con l’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo. 

La formazione del personale sanitario romeno

La collaborazione ha da subito previsto un forte impegno nella formazione di personale sanitario romeno, che ha portato alla preparazione di centinaia di cardiologi e cardiochirurghi romeni, sia nei centri ospedalieri della Romania sia presso il Policlinico San Donato. Con la sigla del nuovo accordo, la convenzione si estende anche ad altre specialità cliniche complesse, tra cui l’Oncoematologia Pediatrica, la Ginecologia, la Neurochirurgia e la Senologia, e il coinvolgimento dei medici degli altri IRCCS del Gruppo San Donato.

Gruppo San Donato, la visita del ministro della salute romeno oggi
Gruppo San Donato, la visita del ministro della salute romeno oggi

Nasce GSD East Europe-Romania

E ora nasce GSD East Europe-Romania, presieduta dal professor Alessandro Frigiola, direttore dell’area Cardiochirurgica pediatrica dell’IRCCS Policlinico San Donato. La nuova società avrà sede a Bucarest: «L’accordo di collaborazione ha permesso di salvare la vita di oltre 2000 bambini romeni – ha dichiarato il ministro della Salute della Romania, Alexandru Rafila – Lo sviluppo professionale di oltre 140 specialisti romeni nel campo della chirurgia cardiovascolare pediatrica è anche una componente essenziale di questa collaborazione che consentirà di eseguire tutti questi tipi di interventi chirurgici in Romania entro il 2025».

La soddisfazione del Gruppo San Donato

«In virtù degli straordinari risultati portati in questi dieci anni di collaborazione tra il Gruppo San Donato e il ministero della Salute romeno, abbiamo deciso di rafforzare la nostra presenza nell’est europeo con la nuova sede di GSD East Europe-Romania – ha dichiarato Francesco Galli, presidente del Comitato Strategy and Operations del Gruppo San Donato e vicepresidente di GSD East Europe – Il Gruppo San Donato, già riferimento per la cardiochirurgia pediatrica, considerato il grande bisogno in quell’area, estende l’impegno e la collaborazione anche verso altre patologie complesse, quali l’Oncoematologia Pediatrica, la Neurochirurgia, la Ginecologia e la Senologia. Ringrazio il ministro della Salute della Romania, la cui presenza oggi nei nostri ospedali è un segno di grande attenzione per quello che abbiamo fatto in questi anni e che continueremo a fare, esportando e mettendo a disposizione il nostro know-how clinico e scientifico».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...