-3 C
Milano
19. 01. 2021 06:44

La Regione cerca i fondi per un servizio psicologico contro i traumi da Covid

Approvata la mozione per l'istituzione di un servizio terapeutico rivolto a cittadini ed operatori sanitari

Più letti

A Milano iniziano a fioccare le multe dopo la fronda dei ristoratori di #ioapro

I titolari e i clienti che hanno infranto le regole lo scorso venerdì aderendo alla campagna #ioapro non la...

Fontana: «Tra stasera e domani il ricorso. Sono convinto che la Lombardia sia arancione»

Il governatore Fontana torna ad attaccare il governo sulla questione zona rossa. «I nostri avvocati hanno predisposto il ricorso...

Prese in ostaggio una guardia giurata nel Duomo: l’esito della perizia psichiatrica

Mahmoud Elhosary, il 26enne che quest'estate, il 12 agosto scorso, fece irruzione al Duomo prendendo in ostaggio una guardia...

Il Consiglio Regionale ha approvato una mozione che chiede di individuare al più presto delle risorse per garantire un’assistenza psicologica agli operatori sanitari in prima linea nella battaglia contro il coronavirus ed a tutti i cittadini che hanno subito disturbi emotivi e psichici legati alla pandemia.

Sostegno. La mozione prevede la creazione di un vero e proprio servizio di sostegno terapeutico per tutti i cittadini che manifestano disturbi ansioso-depressivi, come conseguenza del lockdown o della perdita dei loro cari durante l’emergenza sanitaria.

«Il Covid può uccidere anche dal punto di vista emotivo e psicologico – ha scritto il consigliere Massimo De Rosa, tra i promotori della mozione -. Abbiamo chiesto che la cura al Covid offerta dalla Lombardia non sia non solo farmacologica o ospedaliera, ma anche sociale, con l’istituzione di un supporto psicologico capillare per i familiari delle vittime del virus, gli operatori sanitari, medici e infermieri in prima linea nella lotto al virus e tutti coloro che faticano a trovare la forza di andare avanti. Dobbiamo proteggere il benessere emotivo di tutti e tutte».

 

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti