8.5 C
Milano
18. 04. 2021 07:36

Ridi che ti passa: lo studio sugli effetti benefici della risata

L’ultima ricerca: il sorriso combatte l’ansia e il rilascio di ormoni dello stress deleteri per il cervello

Più letti

Fa bene alla salute al cervello, migliora il buonumore, aiuta ad avere relazioni più positive con il prossimo. Queste, anche secondo la scienza, sono le più importanti virtù del ridere e sorridere. Un’abitudine che non si dovrebbe mai perdere, neanche nei periodi più difficili.

Effetti benefici. Proprio recentemente si è scoperto che la risata aumenta la resistenza allo stress, perché chi ride spesso di fronte alle situazioni complicate reagisce meglio e anche sotto pressione non si fa travolgere dall’ansia, né manifesta sintomi fisici o psicologici dello stress, dal mal di testa all’agitazione.

La conferma arriva anche da una ricerca dell’università svizzera di Basilea: le risate frequenti, grazie ai loro effetti biologici e sociali, renderebbero il cervello più resistente in caso di problemi. Avvicinando agli altri e aiutando ad avere relazioni proficue. Insomma, ridere combatte l’ansia e il rilascio di ormoni dello stress deleteri per il cervello come per esempio il cortisolo.

Ma non finisce qui, perché l’ilarità stimola anche la produzione di endorfine, responsabili della sensazione di piacere connessa al riso, promuovendo la sensazione di coesione sociale. I vantaggi sono insomma moltissimi: la risata aumenta il rilascio nel cervello di serotonina, il neurotrasmettitore del buonumore, tanto che la cosiddetta terapia del sorriso è stata considerata un buon antidepressivo in alcune piccole sperimentazioni.

Uno studio della Loma Linda University, in California, ha inoltre dimostrato che ridere aumenta i livelli di dopamina e questo, oltre a contribuire alla sensazione di gratificazione, aiuta il cervello a lavorare meglio e, per esempio, a implementare memoria e capacità di apprendimento.

Sul cuore. Altri studi hanno evidenziato che la risata accelera il battito cardiaco, migliora la circolazione, dilata i polmoni e permette di bruciare calorie, al punto che per il sistema cardio respiratorio cento risate si possono tradurre in una decina di minuti di attività fisica. Molto importante è anche l’auto ironia. Un gruppo di ricercatori dell’università di Granada, in Spagna, hanno verificato che la capacità di prendersi in giro si associa a un maggior benessere psicologico e una miglior capacità di combattere l’ansia.

Infine una recente ricerca australiana ha dimostrato che anche solo atteggiare il viso al sorriso fa bene e aumenta la produzione di endorfine. Il movimento dei muscoli facciali che si impegnano in questa azione “inganna” infatti l’amigdala, un’area cerebrale fondamentale per la gestione delle emozioni, innescando meccanismi che favoriscono benessere e positività. Insomma, meglio ridere. Anche se solo per finta.

In breve

Milano, presidio no vax senza mascherina in Duomo: sessanta multe

Circa trecento persone, per la maggior parte senza mascherina, si sono radunate nel pomeriggio di sabato in piazza Duomo...