20.2 C
Milano
19. 05. 2022 08:19

I Longobardi in Minecraft: trionfa Milano

Lo spirito medievale nelle scuole milanesi di oggi

Più letti

Sono due scuole della Lombardia, precisamente di Senago e Rho, la prima e la terza classificata del primo concorso nazionale I Longobardi in Minecraft. L’Istituto Comprensivo “Marco Polo” di Senago e l’Istituto Comprensivo “Anna Frank” di Rho hanno ricevuto il riconoscimento a Roma, presso il Museo delle Civiltà.

I Longobardi in Minecraft, i vincitori sono di Senago ma a podio va anche Rho 

La prima edizione del concorso nazionale I Longobardi in Minecraft è stata indetta dall’Associazione Italia Langobardorum con il supporto organizzativo di Maker Camp, con l’obiettivo di valorizzare, attraverso l’utilizzo didattico del videogioco Minecraft nella versione “Education Edition”, i sette gruppi di monumenti storici che compongono il sito UNESCO “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”. Due sono state le scuole primarie della Lombardia sul podio del concorso: 1° classificato la Classe 4° A dell’Istituto Comprensivo “Marco Polo” di Senago (Mi); 3° classificato la Classe 5°B dell’Istituto Comprensivo “Anna Frank” di Rho (Mi).

I Longobardi in Minecraft, i vincitori delle scuole secondarie

Per la categoria scuola secondaria di II Grado la Classe 3°A dell’IISS “Carmelo Colamonico – Nicola Chiarulli” di Acquaviva delle Fonti (Ba); mentre per la categoria scuola secondaria di I Grado, il Secondo Istituto Comprensivo di Ceglie Messapica (Br) si è aggiudicato il 3° posto. Protagonisti studenti di dieci scuole di diverse Regioni italiane che si sono distinte tra le 221 classi partecipanti, per le categorie della scuola primaria e della scuola secondaria di primo e secondo grado, presentando elaborati sottoposti al giudizio di una giuria nazionale composta dai rappresentanti delle istituzioni che hanno promosso il concorso e da esperti del settore del gaming.

I Longobardi in Minecraft
I Longobardi in Minecraft, l’Istituto Comprensivo “Anna Frank” di Rho

Tutti i vincitori

I Vincitori:

Per la Scuola Primaria

  • 1° classificato – Classe 4° A – Istituto Comprensivo “Marco Polo” di Senago (Mi) – Lombardia;
  • 2° classificato – Classi 4°C, 4°D, 5°A, 5°B – Istituto Comprensivo “Luigi Perna – Dante Alighieri” di Avellino – Campania;
  • 3° classificato – Classe 5°B, Istituto Comprensivo “Anna Frank” di Rho (Mi) – Lombardia;

Per la Scuola Secondaria di I Grado

  • 1° classificato – Classi 1°C, 1°E, 2°C, 2°E, 3°C, 3°E – Istituto Comprensivo “Luigi Perna – Dante Alighieri” di Avellino – Campania;
  • 2° classificato – Classi 1°E, 2°A – Istituto Comprensivo Rovereto Est “Damiano Chiesa” di Rovereto (Tn) – Trentino Alto Adige,
  • 3° classificato parimerito – Classi 1°A, 1°B, 1°C, 1°D Istituto Comprensivo Spoleto 1 “Della Genga – Alighieri” di Spoleto (Pg) – Umbria;
    Classi 1°A, 1°C, 1°D, 2°A, 2°B, 3°C, 3°D – Secondo Istituto Comprensivo di Ceglie Messapica (Br) – Puglia;

Per la Scuola Secondaria di II Grado

  • 1° classificato – Classe 3°A – IISS “Carmelo Colamonico – Nicola Chiarulli” di Acquaviva delle Fonti (Ba) – Puglia;
  • 2° classificato – Classe 2°A – IPSEOASC Alberghiero “Giancarlo De Carolis” di Spoleto (Pg) – Umbria;
  • 3° classificato – Classe 3°A – Liceo Steam International di Rovereto (Tn) – Trentino Alto Adige.

I Premi assegnati, tre per la scuola primaria, quattro (di cui due a pari merito) per la scuola secondaria di I grado, tre per la scuola secondaria di II grado, sono stati così ripartiti:
– 1° premio: buono per l’acquisto di materiale scolastico e/o elettronico per un valore di € 1.000
– 2° premio: buono per l’acquisto di materiale scolastico e/o elettronico per un valore di € 750
– 3° premio: buono per l’acquisto di materiale scolastico e/o elettronico per un valore di € 500

Che cos’è il concorso I Longobardi in Minecraft

Il concorso nazionale “I Longobardi in Minecraft” ha coinvolto gli studenti partecipanti nella realizzazione di uno storytelling sulla civiltà dei Longobardi, oggi unanimemente riconosciuti quali autentici protagonisti della transizione sociale, culturale ed artistica avvenuta in Italia tra il tardoantico e l’alto Medioevo, invitando le scuole a promuovere l’approfondimento conoscitivo del popolo longobardo e del suo patrimonio culturale, di cui sono massima testimonianza i monumenti tutelati dal sito seriale UNESCO, attraverso lo strumento della cultura videoludica, che si è espressa in concreto nell’elaborazione di narrazioni ed ambientazioni tematiche realizzate con il videogioco Minecraft.

L’obiettivo del contest è stato stimolare i ragazzi nella ricerca e documentazione sul popolo longobardo ed in particolare, nella valorizzazione e divulgazione conoscitiva dei sette gruppi di monumenti storici del sito UNESCO “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”, che costituiscono la migliore testimonianza di quella sintesi artistica e culturale tra la tradizione ellenistico-romana, la spiritualità Cristiana, le influenze bizantine e i valori mutuati dal mondo germanico che ebbe luogo nella penisola italiana grazie al ruolo cruciale svolto dal popolo longobardo.

Le motivazioni

Queste le motivazioni della giuria nell’assegnazione dei premi alle due formazioni milanesi

Scuola primaria:

1° classificato – Classe 4° A – Istituto Comprensivo “Marco Polo” di Senago (Mi) – Lombardia

Uno storytelling articolato in un particolare racconto che ruota intorno alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del paese di Senago e mette in risalto lo sviluppo di tre aspetti importanti: l’elaborazione del tema centrale, l’attenzione alla valorizzazione del lavoro di gruppo e l’aver saputo utilizzare tutti gli strumenti didattici offerti dal videogame. Un mondo Minecraft ricco di personaggi e di elementi originali accompagnato da un video esplicativo, divertente e ricco di narrazione che premia la capacità di “saper raccontare “

3° classificato – Classe 5°B, Istituto Comprensivo “Anna Frank” di Rho (Mi) – Lombardia

Un progetto nel quale, la fantasia e la creatività, ci trasportano in una storia dagli originali intrecci, anche attraverso l’utilizzo di meccaniche complesse miste ad elementi di una ricca narrazione. Ogni studente ha potuto offrire le proprie capacità e fonderle con quelle degli altri testimoniando il particolare valore del lavoro di gruppo ed inserendo una serie interessante di “easter egg” a tema longobardi.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...