8.2 C
Milano
04. 12. 2022 19:31

A Milano le “Piazze Aperte” arrivano vicino alle scuole, la nuova fase del progetto

Online l’avviso per raccogliere nuove proposte. Nei prossimi mesi eventi aggregativi negli spazi esistenti con le feste di “Piazze Aperte For Kids”

Più letti

Si avvicina alle scuole ed entra nella fase 2 il progetto di urbanistica tattica Piazze Aperte, che dal 2018 ad oggi ha trasformato 40 luoghi di Milano in spazi pubblici di socialità grazie a microinterventi come pavimentazione colorata, tavoli da ping pong e creando 25 mila metri quadrati di aree pedonali.

Il progetto Piazze Aperte

«Cambiare volto alle strade di fronte agli istituti scolastici – ha spiegato l’assessora alla Mobilità Arianna Censi – significa cambiare volto al quartiere, oltre a rendere più sicuro l’accesso ai bambini e alle bambine che li frequentano. Per questo lavoriamo per offrire questa opzione al numero maggiore di scuole milanesi».

piazze aperte

Come partecipare

Sul sito del Comune è disponibile l’avviso pubblico ‘Piazze aperte per ogni scuola’ con cui Palazzo Marino cerca collaborazioni per progettazione, realizzazione, cura e attivazione di interventi di riqualificazione per strade e luoghi pubblici che si trovano vicino agli istituti scolastici, dalla scuola dell’infanzia alle superiori. Possono presentare proposte le stesse scuole, i comitati dei genitori, le associazioni, le social street registrate sull’albo del Comune, gli enti no profit ma anche i residenti e le attività commerciali che lì si trovano.

Piazze Aperte for Kids

Per quelli selezionati si firmerà poi un Patto di collaborazione per la realizzazione, in un primo momento temporanea per monitorarne o risultati. Il Comune ha anche deciso di cercare soggetti per realizzare nei prossimi mesi feste e momenti di aggregazione per i bambini con Piazze Aperte for Kids.

Più spazi per i bambini

«Credo che Milano debba avere l’ambizione di offrire più spazi a misura di bambino – ha spiegato l’assessore al Piano Quartieri Pierfrancesco Maran -. Per questo grazie al supporto di Amat, abbiamo immaginato questo strumento che attraverso il coinvolgimento della cittadinanza porterà alla realizzazione di nuove piazze aperte». Il progetto è stato avviato nel 2018 in collaborazione con Bloomberg Associates e Global Designing Cities Initiative (Gdci).

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...