24.5 C
Milano
13. 07. 2024 23:36

Milano, liberate nel cielo migliaia di farfalle: in via dei Mercanti si svela il “Bestiario”

Curato da Stefania Morici e promosso dal Comune di Milano con il patrocinio del WWF Italia, l'installazione sarà visibile fino al 26 agosto in via dei Mercanti

Più letti

Duemila farfalle liberate nel cielo di Milano per dare il via all’apertura del progetto di arte pubblica “Bestiario” di Angelo Cruciani. Curato da Stefania Morici e promosso dal Comune di Milano con il patrocinio del WWF Italia, l’installazione sarà visibile fino al 26 agosto in via dei Mercanti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mi-Tomorrow (@mi_tomorrow)

Il “Bestiario”: animali sacri e contemporanei

Il “Bestiario” di Cruciani vuole riscoprire il legame tra uomo, natura e animali, trasformando lo spazio urbano in uno scenario fiabesco. Gli animali dipinti, con aureola dorata, ricreano un bestiario medievale moderno, invitando alla riflessione sul rispetto per tutte le forme di vita.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

“Bestiario”: riflessione filosofica

Occupando oltre 500 mq di via dei Mercanti, l’installazione “Bestiario” stimola una riflessione culturale e sociale sul ruolo dell’uomo nella natura. La curatrice Stefania Morici ha spiegato: «Volevo creare un progetto che affrontasse la crisi ambientale e sensibilizzasse sulla necessità di prendersi cura del pianeta».

“Bestiario”: la liberazione delle farfalle

La liberazione delle 2000 farfalle durante l’inaugurazione vuole – oltre a riequilibrare l’ecosistema milanese – anche sottolineare l‘importanza della biodiversità. «Le farfalle ripopoleranno Milano, speriamo soprattutto il parco Sempione», afferma Morici, sottolineando l’importanza del patrocinio del WWF al progetto.

“Bestiario”: un richiamo alla storia e alla natura

Gianni Del Pero, presidente di WWF Lombardia, ha voluto ricordare che l’inaugurazione coincide con l’anniversario del disastro ambientale di Seveso del 1976. «Vogliamo ricordare che siamo parte della natura e che senza rispettarla, non possiamo sopravvivere», ha sottolineato Del Pero.

Il messaggio green dal cuore di Milano

L’assessore alla Cultura di Milano, Tommaso Sacchi, ha rimarcato come il “Bestiario” riprenda la tradizione dei bestiari medievali per diffondere un messaggio urgente sulla sostenibilità. «Fondamentale che questo messaggio trovi spazio e voce in un luogo centrale come via Mercanti, per raggiungere il numero più ampio possibile di persone», afferma Sacchi. Il “Bestiario” di Angelo Cruciani rappresenta un’opportunità per riflettere sulle nostre azioni e il loro impatto sul pianeta, invitando a un maggiore rispetto per la biodiversità e la natura che ci circonda.

In breve

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu...